Home Politica Degrado area archeologica di Tindari – “Non si pu√≤ pensare minimamente di intervenire alla meno peggio in piena estate, il sito va subito bonificato!”

Degrado area archeologica di Tindari – “Non si pu√≤ pensare minimamente di intervenire alla meno peggio in piena estate, il sito va subito bonificato!”

999

Chiesa TindariIl degrado nella quale imperversa l’area archeologica di Tindari √® improponibile agli occhi di quanti decideranno di raggiungerla nelle prossime settimane. Mentre nelle altre realt√† turistiche della provincia e dell’intera regione si parla e si discute su come ripresentare al meglio i siti archeologici, bisogna purtroppo dire che a Patti non √® cos√¨.

Come opposizione alcune settimane fa anche in consiglio comunale abbiamo denunciato il degrado, chiedendo all’amministrazione di provvedere ad informare chi di competenza al fine intervenire elimando un degrado che danneggia l’immagine di uno dei siti archeologici pi√Ļ belli del mondo, ci spiace constatare che ad oggi pur avendo informato l’assessore al ramo la situazione √® solo peggiorata. Il consigliere Tripoli dichiara: “ho da sempre pensato con rammarico, che i siti archeologici del territorio non sono per nulla valorizzati, n√© ho avuto prova,quando questa amministrazione tent√≥ di inserire nei beni alienabili la scuola di Tindari,va dato merito al consiglio comunale, che su proposta del mio gruppo riusc√¨ ad eliminare dall’elenco dei beni alienabili l’importante manufatto,fu avanzata nel contempo da tutta l’opposizione, la proposta di realizzare al suo interno un museo, la risposta dell’attuale amministrazione fu quella di ricoverare dei randagi al suo interno.

Nel prossimo consiglio comunale impegneremo con una mozione l’amministrazione a intervenire invitando l’assessorato regionale a provvedere immediatamente al ripristino e al decoro dell’intera area”.

I consiglieri comunali – Tripoli, Cimino, Gregorio Nardo

Degrado area archeologica di Tindari – “Non si pu√≤ pensare minimamente di intervenire alla meno peggio in piena estate, il sito va subito bonificato!” ultima modifica: 2020-06-08T16:36:56+02:00 da CanaleSicilia