Home Attualità Messina Social City converte il laboratorio di sartoria sociale realizzando mascherine per i cittadini

Messina Social City converte il laboratorio di sartoria sociale realizzando mascherine per i cittadini

723

Sartoria SocialeMessina Social City converte il laboratorio di sartoria sociale, ¬†operatrici e migranti dopo aver appreso ¬†mesi fa dagli anziani ospiti di Casa Serena l‚Äôantica ‚Äėarte‚Äô del cucito, sfrutteranno ora queste competenze per la comunit√† realizzando mascherine per i cittadini. A Casa Serena nelle prossime settimane prender√† il via anche il laboratorio di cucina per donare derrate alimentari al Coc.

‚ÄúIn questo complicato momento per la diffusione del Covid 19, Messina Social City, la societ√† che si occupa di¬† gestire e realizzare servizi sociali per il Comune, ¬†ha pensato di convertire il suo laboratorio di sartoria sociale, utilizzando 10 operatrici ¬†per cucire ¬†mascherine, certificate per l‚Äôomologazione dall‚ÄôIstituto superiore della Sanit√†, e donate in seguito ¬†al Coc (Centro Operativo Comunale) per le esigenze della cittadinanza. L‚Äôidea √® nata dopo un corso di sartoria iniziato mesi fa, prima dell‚Äôemergenza Covid 19, nella struttura di ‚ÄėCasa Serena‚Äô,, nel quale¬† nostre operatrici hanno appreso l‚Äôantica arte del cucito dagli anziani ospiti della struttura. Competenze poi trasferite anche ad alcuni ¬†migranti che si sono perfettamente integrati nella nostro tessuto sociale‚ÄĚ. A dirlo¬†Valeria Asquini, presidente della Messina Social City, che aggiunge: ‚ÄúSi √® creata dunque un‚Äôimportante sinergia, che ha permesso di mettere insieme antichi saperi che¬† provengono dai nostri anziani, con la maestria delle nostre operatrici e dei migranti da noi accolti e aiutati, e che ora si sono messi a disposizione della comunit√†. Il gruppo di lavoro opera dal luned√¨ al venerd√¨, suddividendosi in due team: uno che attivo la mattina, l‚Äôaltro il pomeriggio. Divulgata la notizia della nascita della sartoria, abbiamo ricevuto due donazioni: una macchina da cucire e un considerevole¬† quantitativo di stoffa, con la quale abbiamo gi√† realizzato 200 mascherine. Continueremo nelle prossime settimane ¬†la produzione finch√© ce ne sar√† bisogno‚ÄĚ.

‚ÄúIl laboratorio ‚Äď aggiunge il vicepresidente di Messina Social City¬†Fabrizio Gemelli¬†– prende il nome di¬†‚ÄúPunti di Bellezza‚ÄĚ,¬† ed √® stato concepito inizialmente ¬†per effettuare piccole riparazioni, orli, cucire abiti, lenzuola per gli ospiti della¬†Casa di Vincenzo, che ¬†ospita i senzatetto della nostra citt√† .¬†Il tutto con gli obiettivi di¬†sviluppare la coesione e inclusione sociale¬†ed¬†incrementare¬† il¬† welfare di Comunit√†‚ÄĚ.¬†¬†

‚ÄúA seguito della diffusione della pandemia tuttavia ‚Äď sottolinea ¬†la componente del Cda ¬†di Messina Social City ¬†Simona Romano –¬†c‚Äô√® stata poi la necessit√† di creare un servizio sempre pi√Ļ urgente per il territorio per la carenza di mascherine, ¬†abbiamo quindi pensato di rispondere alle ¬†esigenze della cittadini, convertendo momentaneamente l‚Äôoggetto della sartoria sociale e facendo specializzare ¬†le nostre operatrici‚ÄĚ.

‚ÄúLa sartoria sociale ‚Äď spiega¬†Marisa Pisana¬†‚Äď direttrice di Casa Serena √® nata per essere¬† una risorsa atta a¬† coniugare¬† il sapere degli ospiti di Casa Serena con le professionalit√† dei migranti provenienti dai paesi africani. Un connubio che risultato molto interessante‚ÄĚ. ‚ÄúA Casa Serena stiamo programmando,anche in funzione del possibile alleggerimento delle restrizione anti Covid 19, che avverr√† a Maggio, ¬†sempre comunque nel rispetto delle misure di distanziamento previste dai Dpcm governativi, ¬†di portare¬† avanti¬†¬†un laboratorio di cucina¬† denominato¬†‚ÄúCon sale in zucca‚ÄĚ,¬†interamente realizzato nella nostra struttura e che vedr√† gli ospiti cimentarsi nella realizzazione di ricette dolci e salate.¬† Gli anziani ¬†non realizzeranno per se stessi il cibo, ma parte dei prodotti saranno condivisi con gli operatori del C.O.C. che stanno lavorando per la distribuzione di derrate alimentari, e saranno perci√≤ donate alla cittadinanza.¬†Una volta la settimana alcuni ospiti si trasformeranno in ‚Äúmastri fornai‚ÄĚ e realizzeranno pizze e focacce che saranno oggetto di giudizio da parte di una giuria tecnica composta dagli stessi ¬†‚Äúoperatori del Centro che gusteranno¬† i prodotti assegnando una¬† votazione, in stile Masterchef. Tali attivit√† hanno destato grande successo tra gli anziani che sono gi√† all‚Äôopera per la realizzazione di palette per l‚Äôattribuzione del punteggio, i premi, i grembiuli personalizzati, e le cuffiette‚ÄĚ.

Messina Social City converte il laboratorio di sartoria sociale realizzando mascherine per i cittadini ultima modifica: 2020-04-18T10:24:52+02:00 da CanaleSicilia