Home Politica Capo d’Orlando – Pericolo caduta tronchi, l’opposizione interroga

Capo d’Orlando – Pericolo caduta tronchi, l’opposizione interroga

568

Villa Europa

Pericolo caduta tronchi palme aggredite dal “punteruolo rosso” in aree comunali altamente frequentate anche da bambini.

I sottoscritti: Sandro Gazia, Teodolinda Liotta, Renato Mangano, Felice Scafidi, Consiglieri comunali, nell’espletamento del loro mandato elettivo; premesso che: negli anni scorsi, la lotta al temibile coleottero “punteruolo rosso” (Rhyncophorus ferrugineus) aveva dato lusinghieri risultati grazie alla costante attività preventiva dell’esperto del Sindaco, del tempo, Roberto Vincenzo Sindoni, Sig. Umberto Cuscunà, in sagace attuazione del Piano di Azione regionale approvato con D.A. 7 gennaio 2011 n. 2, con il quale sono state approvate le misure fitosanitarie volte al controllo e all’eradicazione del “punteruolo rosso”; l’investimento economico per la suddetta attività di salvaguardia del nostro patrimonio palmizio del tipo phoenix canariensis era stato ritenuto dalle Amministrazioni precedenti congruo e vantaggioso e, in effetti, nei primi anni di attuazione, solamente due esemplari di palma erano stati aggrediti irrimediabilmente dal “punteruolo rosso” (aiuola incrocio tra la Via Crispi e la Via Piave e Piazzetta Merendino);

considerato che: l’Amministrazione Ingrillì, ormai travolta da anni da una profonda crisi economica e di idee, a partire dal 2018, ha incautamente abbassato la guardia, fino ad azzerarla, anche nella lotta a questo genere di “parassita”; ciò ha comportato il proliferare della presenza del temibile coleottero che ha voracemente attaccato e irrimediabilmente distrutto le palme di tutto il territorio comunale e, soprattutto, quelle “storiche” di Villa Europa; numerosi tronchi di palma, con la loro spettrale presenza nella citata Villa antistante il Palazzo municipale, già pessimo biglietto da visita, sono, soprattutto, un imminente potenziale pericolo per la pubblica incolumità dato che la loro inevitabile caduta avviene senza preavviso alcuno per collassamento; all’interno della Villa comunale è stato recentemente realizzato ed inaugurato un “parco giochi inclusivo”, frequentato, quotidianamente, da tantissimi bambini accompagnati dai genitori e/o dai nonni; com’è noto, l’obbligo giuridico di controllo e prevenzione trova la sua fonte in leggi, regolamenti e ordini d’autorità e fa sorgere in capo ai soggetti abilitati delle posizioni di garanzia; l’esercizio di tale posizione di controllo obbliga a neutralizzare determinate fonti di pericolo, in modo da garantire l’integrità dei soggetti e dei beni minacciati e tale obbligo deriva anche in caso di assunzione volontaria dell’incarico svolto, specie se di pubblico amministratore, per ciò che riguarda gli eventi lesivi prodotti dai beni amministrati;

tutto ciò premesso e considerato, i sottoscritti Consiglieri comunali interrogano la S.S. per conoscere e/o sapere:

  1. Se nella programmazione amministrativa “a stretto giro”, vista l’imminente campagna elettorale, rientri l’immediata rimozione dei tronchi di palma devitalizzati dal punteruolo rosso presenti in tutto il territorio comunale e, più in particolare, di quelli della Villa comunale;
  2. Se, in attesa della definitiva messa in sicurezza dei luoghi, non ritenga indispensabile la chiusura alla pubblica fruizione degli spazi interessati dal pericolo di un’eventuale improvvisa caduta dei tronchi, per prevenire danni a persone e/o cose;
  3. Se ha già fatto acquisire dall’Ufficio competente i preventivi di spesa per eseguire tale bonifica;
  4. Quali motivazioni hanno determinato la sua “strategia di abbandono/distruzione” del patrimonio palmizio e quali vantaggi alternativi essa ha comportato per la comunità.

Si chiede risposta scritta ed inserimento come punto all’o.d.g. della prossima seduta del Consiglio comunale.

I Consiglieri Sandro Grazia, Teodolinda Liotta, Renato Carlo Mangano, Felice Scafidi

Capo d’Orlando – Pericolo caduta tronchi, l’opposizione interroga ultima modifica: 2021-08-05T15:37:30+02:00 da CanaleSicilia