Sport

Brutta sconfitta casalinga per la Basket School Messina

Basket School Messina - Barcellona

La Basket School Messina ha vissuto una giornata difficile sul proprio terreno di casa, affrontando la Next Casa Barcellona, squadra che si è dimostrata in ottima forma. L’incontro si è svolto presso il PalaTracuzzi, con un pubblico numeroso che ha riempito gli spalti, tra cui una nutrita rappresentanza degli ospiti.

Gli uomini di Messina hanno avuto un inizio da incubo, trovandosi in svantaggio di 2-20 e non riuscendo mai a trovare la giusta dinamica, sia in attacco che in difesa. Hanno subito l’energia degli ospiti, che hanno mantenuto un vantaggio costante a doppia cifra, arrivando anche a toccare un +22. Questo è stato possibile grazie alle ottime prestazioni dal campo, con il 58% dei tiri da tre punti convertiti (14/24), soprattutto grazie a Lalic, il quale è stato nominato Mvp della partita con 26 punti e un incredibile 6/7 da tre.

CanaleSicilia

Per la Basket School Messina, solamente due giocatori sono riusciti a raggiungere la doppia cifra in punti, ovvero Tartaglia con 19 e Di Dio con 13, ma nel complesso è stata una prestazione al di sotto delle aspettative per tutti gli uomini di Sidoti.

Con questa sconfitta, la squadra peloritana ha perso l’opportunità di guadagnare un vantaggio significativo nella lotta diretta. Ora, è necessario dimenticare velocemente questa brutta prestazione, poiché domenica si prospetta un’altra difficile trasferta a Milazzo, dove affronteranno gli Svincolati, reduci da una vittoria sul campo di Rende.

Basket School Messina – Next Casa Barcellona 63-77

Parziali: 14-29, 14-13 (28-42), 14-21 (42-63), 21-14.

Basket School Messina: Labovic 7, Di Dio 13, Alberini, Tartaglia 19, Vujic 4, Buldo 4, Sidoti E. 9, Busco 3, Janic, Yeyap 4.

Allenatore: Pippo Sidoti

Barcellona Basket 4.0: Urosevic n.e., Tartamella 9, Fernandez 14, Indelicato 12, Drigo 8, Lalic 26, Acosta, Marangon 1, Gojkovic, Caroè 3, Cerruti 3, Sahin 1.

Allenatore: Filippo Biondo

CanaleSicilia

Arbitri: Matteo Filesi di Chiaramonte Gulfi (RG) e Federico Puglisi di Aci Catena (CT)

© Riproduzione riservata.

Stampa Articolo

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top