Home Politica Brolo – Tasse e dissesto: “Non ci resta che piangere”

Brolo – Tasse e dissesto: “Non ci resta che piangere”

1,091

Gruppo Consiliare "Per Brolo"

GRUPPO CONSILIARE “PER BROLO”
Tasse & Dissesto

seconda parte

A molti cittadini brolesi in questi giorni non potrà che tornare in mente la celebre scena del Film del mitico duo Benigni-Troisi i quali non riuscivano a liberarsi dell’esattore che chiedeva: “Chi siete? Cosa portate? Si ma quanti siete? Un fiorino!”.

Non ci resta che piangere - Benigni Troisi

Infatti, la nuova AMMINISTRAZIONE pur avendo condotto il Paese alla PARALISI, è stata certamente iperattiva ed impietosa nell’imporre e votare in CONSIGLIO COMUNALE TASSE su TASSE.

Mentre – ad esempio – a Gioiosa Marea o Capo d’Orlando pagano assolutamente ZERO di TASI, a Brolo ad OTTOBRE stiamo pagando l’acconto, con un’aliquota al MASSIMO consentito (2,5 per mille) sulle PRIME CASE e molto più ridotta (1 per mille) sulle SECONDE CASE.

Ma non finisce certo qui.

A NOVEMBRE arriva il salasso TARI. La nuova amministrazione invece di avviare la RACCOLTA DIFFERENZIATA e provare a RIDURRE i costi è andata avanti a suon di ordinanze di proroga del servizio. La TASSA che andremo a pagare a novembre, per l’anno in corso sarà, dunque, salatissima. E si tratta solo dell’ACCONTO…. il resto a GENNAIO.

A DICEMBRE pagheremo il saldo IMU.

Finita così?

Non proprio. Entro fine OTTOBRE si pagherà l’eccedenza del canone idrico. Quel canone che questi amministratori avevano definito ILLEGITTIMO e si erano impegnati a CANCELLARE come primo atto amministrativo, anche sulla scorta di una petizione popolare sostenuta da circa 2000 firmatari. Ma si sa, le promesse della campagna elettorale hanno sempre vita breve…

Ma forse queste TASSE servono a coprire i debiti del passato? Assolutamente no. E chi lo afferma mente sapendo di mentire. Gli incassi di queste nuove tasse non potranno essere utilizzati per pagare i debiti pregressi. Infatti, per il pagamento di quei debiti il Governo aveva messo a disposizione i fondi del D.L. n. 35/2013 e del D.L. n. 66/2014 a cui l’Amministrazione Ricciardello ha colpevolmente rinunciato. Non fatevi imbrogliare.

Allora….. NON CI RESTA CHE PIANGERE…..

 

CALENDARIO TASSE COMUNALI
********************************

16 ottobre 2014 – 1^ rata TASI

03 novembre 2014 – eccedenza CANONE IDRICO 2013

30 novembre 2014 – 1^ rata TARI

16 dicembre 2014 – Saldo IMU

16 dicembre 2014 – Saldo TASI

30 gennaio 2015 – Saldo TARI

 

SIMULAZIONE TASSE COMUNALI
********************************

IMMOBILE USO ABITATIVO DI MQ 100
con pertinenza (cantina o garage)

NUCLEO FAMILIARE DI QUATTRO PERSONE
– IMU (annuale) Euro 495,00 (prima casa esente)

– TASI (annuale) Euro 155,00

– TARI (annuale) Euro 411,00

– CANONE IDRICO (fisso annuo) Euro 181,00

– TRASPORTO SCOLASTICO (annuale) Euro 800,00 (un figlio)

TOTALE Euro 2.042,00

Gruppo consiliare
“Per Brolo”

 

<< La risposta della maggioranza >>

Brolo – Tasse e dissesto: “Non ci resta che piangere” ultima modifica: 2014-10-25T08:18:11+02:00 da CanaleSicilia