Home Politica Brolo – Siete ragazzini, vi bacchetto, ma… collaboriamo

Brolo – Siete ragazzini, vi bacchetto, ma… collaboriamo

1,696

Irene Ricciardello - Cono CondipoderoDi seguito la nota del sindaco Irene Ricciardello, in cui “bacchetta”, in seguito alla nota inviata dall’assessorato, i consiglieri di minoranza.

“Si sono fatti rimproverare alla stregua di ragazzini” esordisce in modo sarcastico la sindaco Ricciardello e anche in questo caso non perde l’occasione per sottolineare il loro legame con il passato “un passato che brucia ancora sulla pelle di Brolo”, salvo poi, in conclusione, cambiare tono, e chiedere sempre agli stessi “ragazzini” buon senso, spirito comunitario ed impegno comune.

Di seguito il comunicato integrale e la nota dell’assessorato.

“Si sono fatti rimproverare alla stregua di ragazzini”, così la sindaco di Brolo, Irene Ricciardello.

“Erano già stati zittiti dalla corte dei conti che in ben 23 pagine, elogiando i nostri sforzi, aveva messo una pietra tombale sul dissesto. Un dissesto che, nonostante le fandonie che questa opposizione si ostina a ripetere, non è stata una scelta fatta per un fine politico ma soltanto un atto obbligatorio alla luce dello stato di indebitamento dell’ente. Il disperato tentativo dell’ex sindaco è stato respinto al Tar e poi anche dal Cga; sono stata personalmente invitata dal Prefetto al comitato di sicurezza proprio per via della violenza degli attacchi che vengono rivolti dalla minoranza consigliare ormai da più di un anno e mezzo e per discutere di quello che è stato definito il sacco di Brolo.

L’assessorato agli Enti locali ci ha dato sempre ragione e oggi è arrivato, agli stessi consiglieri, l’ennesimo richiamo all’ordine, rivolto proprio a quei signori che fanno opposizione in modo irresponsabile e strumentale, puntando esclusivamente al tentativo di condizionare e bloccare l’ordinaria e già di per se difficile attività amministrativa, senza alcune concreto interesse per le sorti del nostro amato Paese. Non si spiegherebbero altresì le decine e decine di esposti, in pratica su ogni nostro atto, trasmessi all’assessorato. Abbiamo affrontato la scorsa campagna elettorale con serenità, certi di una vittoria su cui sapevamo di poter contare per via di quello che fino a quel momento avevamo dimostrato di volere e poter fare per il bene del nostro paese in modo concreto. Al contempo, non nego che sperassimo di non doverci interfacciare con una minoranza che fosse legata a tripla mandata a chi aveva amministrato prima di noi facendo i danni che oggi sono sotto gli occhi di tutti.

Loro rappresentano una continuità con un passato che brucia ancora sulla pelle di Brolo.  Metterci i bastoni tra le ruote per puntiglio non è un male, cari consiglieri di minoranza, che fate a noi, come amministrazione, ma un danno che fate ai Brolesi tutti, soprattutto ai nostri giovani, ai nostri bambini, ai nostri figli, alle future generazioni, che sicuramente meritano di poter vivere in un paese migliore di quello che oggi, per colpe di pochi sciagurati soggetti, è Brolo. Ma non mi stanco ancora di appellarmi alla coscienza di questi consiglieri”, conclude Ricciardello “ai quali chiedo di dare il via ad un cambio di rotta. Basta con le campagne diffamatorie, basta con questa macchina del fango che non porta da nessuna parte. Confido nel buon senso e nello spirito comunitario che sono certa animi, un minimo, anche loro. Brolo sta cercando di venir fuori da questo brutto pantano in cui è stata ficcata. Stiamo tentando di uscire dalla palude per tornare ad essere il bel giardino che siamo sempre stati. Impegniamoci tutti insieme, ognuno nel rispettivo ruolo, affinché questo sogno diventi realtà.

Ufficio Stampa
Comune di Brolo

« LEGGI LA NOTA DELL’ASSESSORATO »

Brolo – Siete ragazzini, vi bacchetto, ma… collaboriamo ultima modifica: 2015-11-06T11:40:07+01:00 da CanaleSicilia