Home Politica Brolo – Passano le feste… i problemi rimangono

Brolo – Passano le feste… i problemi rimangono

1,524

Per Brolo – Richiesta accesso agli atti (tutto incluso e nulla escluso)

Gruppo consiliare "Per Brolo"Alcuni argomenti sono come certe Feste. Possono sembrare per tutti, ma a ben vedere, sono riservati a pochi…… “eletti”.

Ad esempio, le feste di paese oggi sembrano feste di quartiere. Così coloro che hanno la fortuna di abitare nel posto giusto (ad esempio, tra la casa del Sindaco e quella del Vicesindaco) magari pensano che sia festa in tutta Brolo. Ma non è proprio così.

Allo stesso modo, a sentire qualche amministratore sciorinare numeri e dettagli sui pagamenti effettuati dalle precedenti amministrazioni si può avere l’impressione che fortunatamente la trasparenza valga per tutti.

Purtroppo anche per i pagamenti non è come sembra. Perché la regola di rendere pubblico tutto (persino sulle web-tv), vale solo quando si parla dei soldi spesi dalle amministrazioni precedenti. Insomma, dai non…. “rieletti”.

Quando la minoranza, infatti, prova (nell’esercizio del suo mandato) a controllare con quale criterio vengono spesi oggi i soldi del Comune e chiede all’attuale Amministrazione di rilasciare l’elenco dei pagamenti eseguiti, oppure quando prova a verificare se nell’effettuare i pagamenti questa amministrazione rispetti l’ordine cronologico stabilito dalla legge, quella sensazione di diffusa trasparenza si dirada e si ha l’impressione, forse, di non toccare il “periodo” giusto.

Insomma la stessa sensazione di chi ha pensato, magari, di trovarsi nel quartiere sbagliato questo ultimo fine settimana.

Ma mentre la collocazione del palco vicino casa è circostanza che poco incide sulle tasche dei cittadini, l’ordine dei pagamenti – specie in tempo di dissesto – rischia di penalizzare ingiustificatamente tanti brolesi che vantano un legittimo credito verso il Comune.

Allora la minoranza, ritenendo che proprio la dichiarazione di dissesto voluta ad ogni costo da questa Amministrazione imponga una condotta che non possa fare minimamente sospettare che vi siano creditori di serie A e creditori di serie B, stante l’inadempienza manifesta sulle richieste già ripetutamente formulate (giugno 2014, novembre 2014 e gennaio 2015), torna oggi sull’argomento “pagamenti” con l’interrogazione che di seguito integralmente si riporta, sollecitando – ove necessario – l’intervento dei competenti Organi di Vigilanza e confidando che la risposta del Sindaco o del Vice non si risolva nell’ennesima replica a mezzo stampa, ma nella rigorosa risposta a quanto richiesto nell’interesse dei cittadini di questo Paese e nella consegna – “tutto incluso e nulla escluso” – della documentazione a supporto.

I Consiglieri del gruppo di minoranza
“Per Brolo”

Segue testo dell’interrogazione

 

Gruppo Consiliare "Per Brolo"Al Sig. Sindaco
All’Assessore al ramo Sig. Gaetano Scaffidi Lallaro
Al Segretario Comunale
Al Revisore dei conti
Al responsabile dell’Area Economico Finanziaria

Loro Sedi

e, p.c.: Al Prefetto di Messina
Piazza Unità d’Italia – 98121 Messina
pec: gabinetto.prefme@pec.interno.it

All’Assessore delle Autonomie Locali
Viale Regione Siciliana 2226 – 90135 Palermo

Alla Corte dei Conti Regione Sicilia – Sez. Controllo
Via Notarbartolo 8 – 90141 Palermo

Alla Procura della Corte dei Conti di Palermo
Via Cordova 76 – 90143 Palermo

Alla Procura Repubblica presso il Tribunale di Patti
Via Molino Croce – 98066 Patti (ME)

 

OGGETTO: INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA (Atto ispettivo e richiesta di accesso agli atti e rilascio documentale).

I sottoscritti Consiglieri Comunali di minoranza del gruppo consiliare “Per Brolo”, nell’esercizio delle funzioni e delle prerogative del mandato elettivo, ai sensi e per gli effetti dell’art. 27 della L.R. n. 07/92 e s.m.i., dell’art. 10 e dell’art. 43, comma 2, del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., dell’art. 14 dello Statuto Comunale, specificando che la presente vale quale atto ispettivo ai sensi della normativa sugli EE.LL. vigente in Sicilia ed in subordine quale formale accesso agli atti e richiesta di rilascio documentale

PREMESSO

– che con nota protocollata in data 13.06.2014 questo gruppo consiliare di minoranza chiedeva il rilascio dell’elenco dei pagamenti effettuati dall’Ente dal 01.01.2014 al 13.06.2014;

– che tale richiesta rimaneva inevasa;

– che con nota del 05.11.2014 questo gruppo consiliare di minoranza chiedeva il rilascio dell’elenco dettagliato dei mandati di pagamento comprensivo dei relativi importi e con specifica indicazione dei soggetti beneficiari, emessi dall’Ufficio economico finanziario dell’Ente dal 25.05.2014 al 04.11.2014, nonché se nell’effettuare i pagamenti fosse stato seguito l’ordine cronologico di presentazione delle fatture;

– che tale ulteriore richiesta rimaneva inevasa;

– che con nota protocollata in data 21.01.2015 questo gruppo consiliare di minoranza chiedeva di avere una stampa del giornale di cassa dal 01.01.2014 a tutto il 31.12.2014 nonché copia delle reversali di incasso e dei mandati di pagamento emessi dall’Ente nel medesimo periodo e copia dell’estratto conto trasmesso dal tesoriere per il periodo dal 01.01.2014 al 31.12.2014;

– che anche tale richiesta, come le due precedenti, rimaneva inevasa;

– che il rilascio della predetta documentazione si rendeva necessaria da un lato a verificare i criteri adottati nell’esecuzione dei pagamenti e dall’altro ai fini dell’esame della situazione debitoria dell’Ente alla luce delle risultanze ispettive trasmesse con nota prot. 19859 del 24.12.2014 dall’Assessorato delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, Dipartimento delle Autonomie Locali, Servizio 3 Vigilanza e Controllo degli Enti Locali – Ufficio Ispettivo;

CONSIDERATO

– che è prerogativa dei consiglieri comunali accedere agli atti dell’Ente e risponde all’esigenza di “permettere di valutare con piena cognizione la correttezza e l’efficacia dell’operato dell’amministrazione, nonchè per esprimere un voto consapevole sulle questioni di competenza del Consiglio, e per promuovere, anche nell’ambito del Consiglio stesso, le iniziative che spettano ai singoli rappresentanti del corpo elettorale.” (Consiglio di Stato, sezione quinta, 9 ottobre 2007, n. 5264);

– che l’inerzia, o meglio l’omissione, nel rilascio della documentazione richiesta oltre ad impedire il legittimo esercizio del mandato elettorale confligge con la necessità di assicurare un’azione amministrativa trasparente e nel contempo configura fattispecie penalmente rilevante,

Tanto premesso e considerato

i sottoscritti consiglieri comunali, a mezzo del presente atto

INTERROGANO

La S.S. al fine di conoscere e sapere quanto segue:

– se dal momento dell’insediamento codesta Amministrazione ha eseguito i pagamenti nel rispetto dell’ordine cronologico;

– quali iniziative intenda adottare per porre fine ai comportamenti inerti e/o omissivi posti in essere da codesta Amministrazione nel rilascio di documenti richiesti dai consiglieri di minoranza;

CHIEDONO

altresì il rilascio di copia conforme all’originale – “tutto incluso e nulla escluso” – del giornale di cassa dal 01.01.2014 a tutto il 31.12.2014 nonché delle reversali di incasso e dei mandati di pagamento emessi dall’Ente nel medesimo periodo e dell’estratto conto trasmesso dal tesoriere per il periodo dal 01.01.2014 al 31.12.2014;

CHIEDONO

infine alle Autorità in indirizzo di adottare ciascuno per le proprie competenze i provvedimenti opportuni in relazione alle inadempienze sopra segnalate.

Confidando in un pronto riscontro, porgono distinti saluti.

Brolo, lì 01.06.2015

I Consiglieri del gruppo di minoranza
“Per Brolo”

Brolo – Passano le feste… i problemi rimangono ultima modifica: 2015-06-01T12:51:37+02:00 da CanaleSicilia