Home Politica Brolo – OLTRE si può: “Ambasciator non porta pena…o forse si”

Brolo – OLTRE si può: “Ambasciator non porta pena…o forse si”

927

Salvatore GaritoUna breve riflessione, crediamo, possiamo permettercela tutti in modo corale…ovvero quella sul comunicare all’antica e comunicare l’antico.

Questo dopo la “debacle”, passateci il termine, del tanto decantato premio che vede Brolo tra i cento ambasciatori d’Italia nel mondo per la tutela dei centri storici.

Grande enfasi, cerimonia altisonante, foto di rito, viaggio – non sappiano ancora a carico di chi – per ritirare l’ambito, prezioso, meritato riconoscimento a Roma, comunicati stampa, ringraziamenti da parte dell’assessore Maria Vittoria Cipriano ed i virgolettati del sindaco che fa anche il punto su quel che l’amministrazione vuol fare in futuro per il centro storico ecc. ecc.

Nulla da dire, bel punto di partenza.

Poi, da parte della sezione Pd di uno dei comuni premiati come il nostro, una nota, quasi una nemesi storica, che fa rimbalzare sui social che quel premio, passateci un altro termine, è quasi una “bufala”, nel senso che è un riconoscimento acquistato a cui tutti potevano accedere, indipendentemente dai meriti, bastava avere a disposizione 1000 euro (neanche poi tanto).

Guardando la delibera brolese tale è!…ed infatti, candidamente in questa viene scritto a differenza degli strombazzamenti postumi, in quel progetto editoriale “100 Ambasciatori Nazionali” il Comune di Brolo è invitato, dalla società organizzatrice, a proporre la propria candidatura nelle forme e nei modi stabiliti dell’Osservatorio delle Eccellenze Italiane – che è la società che organizza il tutto, ovviamente un bel business commerciale – e che l’iter previsto per la candidatura presuppone l’acquisto di almeno n.9 copie del volume di pregio “100 Ambasciatori Nazionali” al prezzo di € 110,00 iva inclusa cadauno.
Noi rimaniamo convinti che tutto sia stato fatto in buona fede, figuriamoci, e che magari si siano semplicemente sbagliati i toni dei comunicati, sarebbe bastato dire: Brolo ha aderito ad un progetto editoriale per avere un maggiore visibilità…senza se e senza ma.

Purtroppo al solito si pecca di presunzione e non si ha l’umiltà di non “strombazzare” notizie distanti dalla realtà, ma il punto su cui ci vogliamo soffermare e’ un altro!

L’amministrazione comunale scrive “E’ un riconoscimento che onora l’intera comunità di Brolo, ma è solo un punto di partenza per raggiungere l’obiettivo della piena valorizzazione del nostro centro storico”, ed ancora “La valorizzazione del borgo medievale, in parte danneggiato ma di possibile recupero dal punto di vista strutturale e del decoro, è un’importante prerogativa per la comunità”.
Il sindaco Laccoto: “Ci stiamo muovendo programmando in questa direzione, nella consapevolezza che il Castello e l’intero borgo sono simboli della storia e dell’identità di Brolo e racchiudono una straordinaria potenzialità attrattiva a livello turistico ed economico da scoprire, sfruttare, salvaguardare. E’ un traguardo fissato da questa Amministrazione che ha già realizzato iniziative culturali e di richiamo nel cuore del centro storico, una strada lunga ma esaltante che vogliamo perseguire con il sostegno di tutti”.

Dopo cotanto proclamare abbiamo fatto un giro nel centro storico…(sigh) per pudore alleghiamo solo qualche foto per non farci dire che vogliamo scientemente danneggiare l’immagine del paese, ma affermiamo, senza paura di smentita, che si dovrebbe almeno arrossire per lo stato pietoso del borgo e non certo per le grandi ristrutturazione non ancora eseguite e ed altri voli pindarici, ma per l’ordinario a cominciare dalla pulizia giornaliera che manca, basti pensare che giacciono ancora rifiuti derivanti dalla manifestazione del presepe vivente, come mancano cestini, per continuare con lo stato delle aiuole ecc. ecc…

Diciamo che forse quei 1000 euro si sarebbero potuti spendere meglio per rendere quanto meno decorosa la visita del nostro centro storico, ma ci rendiamo conto che non avrebbero dato lo stesso “audience”.

OLTRE si può

Brolo – OLTRE si può: “Ambasciator non porta pena…o forse si” ultima modifica: 2020-01-27T12:50:37+01:00 da CanaleSicilia