Home Politica Beni culturali alla lega – “La Sicilia di Musumeci e Samonà diventerà fascistissima altro che bellissima”

Beni culturali alla lega – “La Sicilia di Musumeci e Samonà diventerà fascistissima altro che bellissima”

1,711

Regione Sicilia

Beni Culturali, Rubino (PartigianiDem): “La Sicilia di Musumeci e Samonà diventerà fascistissima”

“Questa nostra Sicilia con Musumeci e Samonà diventerà fascistissima altro che bellissima”.

Lo dice Anton io Rubino a nome dei PartigianiDem, commentando la nomina di Alberto Samonà ad assessore alla Cultura in quota Lega.

“Samonà, da non assessore – aggiunge – aveva proposto di intitolare una via in ogni comune italiano a Giorgio Almirante, accusando di ‘furia ideologica’ chi in via Almirante non avrebbe mai voluto proprio starci. Da non assessore scrisse di stare attenti all’odio, anche quello antifascista e si scagliò nel 2017 contro la proposta di legge di Emanuele Fiano per portare nel Codice penale, con l`articolo 293 bis, il divieto di apologia del fascismo previsto dalla legge Scelba del 1952”.

“Da assessore ai beni culturali e all’identità siciliana – conclude Rubino – tutto ci aspettavamo tranne che Musumeci indicasse un uomo della destra nostalgica, un uomo che dal fronte della gioventù è approdato a Salvini, passando per i 5 stelle, con una certa idea della politica ‘prêt-à-porter’. Un assessore pronto a intitolare uno scavo archeologico a Benito e a vendere i gadget del duce nei nostri musei”.


Dichiarazione Lupo su tensioni gruppo M5S all’Ars e nomina assessore Lega in giunta Musumeci

“Mi auguro che Matteo Mangiacavallo, Angela Foti, Valentina Palmeri ed Elena Pagana, deputati eletti all’Ars con la lista del Movimento 5 Stelle con un programma alternativo a quello del presidente Musumeci, non scelgano di essere la stampella del governo regionale”. Lo dice Giuseppe Lupo, capogruppo PD in riferimento alle notizie sulle tensioni all’interno del gruppo del Movimento 5 Stelle all’Ars.

A proposito della scelta del presidente Musumeci di nominare Alberto Samonà, indicato dalla Lega, alla guida dell’assessorato regionale ai Beni Culturali ed all’identità siciliana, Lupo dice: “È triste che Musumeci abbia preferito ascoltare Salvini piuttosto che i siciliani, che si sono mobilitati contro la sua decisione di affidare l’Assessorato ai Beni Culturali ad un leghista”.


Cracolici: con nomina Samonà, governo Musumeci sempre più di destra

“Musumeci sta ormai riempiendo il suo governo di uomini la cui storia politica di destra e post-fascista è il principale elemento distintivo del proprio curriculum”. Lo dice Antonello Cracolici, parlamentare regionale del PD in riferimento alla nomina di Alberto Samonà, in quota Lega, alla guida dell’assessorato regionale ai Beni Culturali.

“L’illusione che con Musumeci si potesse costruire un fronte largo di centrodestra è ormai tramontata. La Lega dell’ultrà Salvini – aggiunge Cracolici – sceglie in Sicilia un uomo di destra, anche se proveniente da un percorso ‘vivace’ dal momento che Samonà era arrivato ad aspirare una candidatura con i 5 Stelle alle ultime elezioni politiche. Ma dopo il suo passaggio alla Lega, viene premiato con la poltrona di assessore in quota Salvini”.

“Insomma – conclude Cracolici – siamo di fronte ad una evidente marginalizzazione di uomini e donne che hanno alle spalle una storia moderata, e che ormai non contano praticamente nulla nel governo Musumeci”.

Beni culturali alla lega – “La Sicilia di Musumeci e Samonà diventerà fascistissima altro che bellissima” ultima modifica: 2020-05-17T20:17:06+02:00 da CanaleSicilia