Home Attualità Barcellona e i letti del “reparto fantasma”, Razza: chi sbaglia deve pagare

Barcellona e i letti del “reparto fantasma”, Razza: chi sbaglia deve pagare

679

Cutroni-Zodda“Anche l’assessore regionale alla Salute avv. Ruggero Razza, durante la trasmissione l’Arena, condotta da Massimo Giletti, ha dovuto ammettere che a Barcellona Pozzo di Gotto, riguardo alla istituzione della terapia intensiva, problema sollevato dalla scrivente o. s., è stato commesso un gravissimo errore. E lo ha ammesso con onestà intellettuale, a differenza del direttore generale dell’Asp di Messina, che in data 17 novembre a RAI 1 dichiarava, invece, contro l’evidenza dei fatti, che a Barcellona P. G. vi erano due posti letto di terapia intensiva funzionanti.

Resta il fatto che erano stati presi a noleggio ben 10 posti letto di terapia intensiva, pagati 60 euro al giorno, dal mese di aprile al mese di novembre ed allocati in una struttura che, come poi i fatti hanno dimostrato, non aveva i minimi requisiti tecnici per potere disporre di una terapia intensiva e neanche di una sub intensiva. Per bocca dello stesso assessore Razza si è detto che chi sbaglia deve pagare. Si aspettano i conseguenziali provvedimenti nella speranza che questa volta non finisca tutto a tarallucci e vino”.

Lo dichiarano in una nota stampa Giuseppe Calapai, segretario provinciale Uil Fpl , Corrado Lamanna, coordinatore provinciale Uil Fpl Area medica e Paolo Calabrò, vicecoordinatore provinciale Uil Fpl Area medica.

Barcellona e i letti del “reparto fantasma”, Razza: chi sbaglia deve pagare ultima modifica: 2020-12-16T19:25:50+01:00 da CanaleSicilia