Home Attualità Aggressioni ai medici: Puglia e Sicilia le regioni più a rischio

Aggressioni ai medici: Puglia e Sicilia le regioni più a rischio

308

Ospedale

I medici e gli operatori sanitari in Italia sono sempre più vittime di atti di violenza. Secondo i dati del ministero della Salute, nel 2022 sono stati segnalati 85 episodi di violenza contro medici e operatori sanitari, in aumento rispetto al 2021, quando erano stati 60. La Puglia e la Sicilia sono le regioni con il maggior numero di episodi segnalati, con 20 casi ciascuna.

Il presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, ha espresso preoccupazione per questi “dati allarmanti” e ha chiesto al governatore della Puglia, ai presidenti degli Ordini dei medici delle province pugliesi e al prefetto di Bari di valutare la possibilità di convocare il comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico. Anche il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, è stato invitato a inserire Puglia e Sicilia tra le priorità.

Il ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha annunciato misure per contrastare gli episodi di violenza contro medici e infermieri e il Fnomceo ha chiesto l’istituzione di un fondo speciale per l’adeguamento delle strutture sanitarie alle misure di prevenzione previste dalla legge 81.

Aggressioni ai medici: Puglia e Sicilia le regioni più a rischio ultima modifica: 2023-01-22T20:51:25+01:00 da CanaleSicilia