Home Attualit√† Aborto – ‚ÄúA 40 anni dalla legge 194/78. Storia, valutazioni, prospettive‚ÄĚ

Aborto – ‚ÄúA 40 anni dalla legge 194/78. Storia, valutazioni, prospettive‚ÄĚ

535

Marcia Contro AbortoQuattro decenni dopo l’entrata in vigore della legge 194 le associazioni a convegno per riflettere insieme su un percorso lungo e travagliato.

¬†‚ÄúA 40 anni dalla legge 194/78. Storia, valutazioni, prospettive‚ÄĚ. √ą il tema della giornata di studio e confronto in programma alle 9.30 di¬†sabato 1 dicembre¬†all‚ÄôNH Hotel, in via¬†¬†Foro Italico¬†¬†Umberto 1¬į. A promuoverla un cartello di associazioni ‚Äď Cesvop, Forum delle Associazioni Familiari, Forum Vita Famiglia Educazione, Movimento per la Vita, A.M.C.I., Associazione culturale ‚ÄúSociet√† Domani‚ÄĚ, Centro Aiuto alla Vita, SSB, AVULSS – che si sono ritrovate in occasione della ‚ÄúMarcia per la vita e la famiglia‚ÄĚ che nell‚Äôedizione 2016 ha registrato la partecipazione di circa 5mila persone.

¬ęQuesto convegno nasce dall‚Äôidea che quest‚Äôanno¬†compie 40 anni la legge 194, approvata¬†il 22 maggio 1978¬†‚Äď spiega il vicario episcopale,¬†don Calogero D‚ÄôUgo, studioso di dottrina sociale della Chiesa -. Un quarantennale importante per riflettere su tutto quello che ne √® conseguito dalla sua applicazione. Purtroppo dobbiamo registrare che, da quanto la legge √® stata approvata, abbiamo avuto¬†6 milioni di aborti. Dato che si riferisce a quelli legali ma, se pensiamo a quelli che sfuggono alle statistiche e agli interventi con la pillola del giorno dopo, direi che si pu√≤ parlare di strage degli innocenti¬Ľ.

Un tema ancora oggi scottante, che alimenta un ampio dibattito, da sempre affrontato secondo diversi punti di vista, e che sabato prossimo sarà trattato a 360 gradi.

Porter√† i saluti a tutti i presenti il dott.¬†Paolo Piro, dell‚Äôassociazione culturale ‚ÄúSociet√† Domani‚ÄĚ, introducendo un breve trailer sul tema. Sar√† la dott.¬†Paola Geraci¬†a coordinare la prima sessione, contraddistinta dagli interventi del dott.¬†Federico Pirera¬†che parler√† del ‚ÄúContesto storico -giuridico della legge 194‚ÄĚ, e del dott.¬†Raffaele Pomo,¬†AMCI Palermo, su ‚ÄúAborto e medicina, indicazioni e contraddizioni‚ÄĚ.

Le ‚ÄúConsiderazioni etiche sull‚Äôaborto‚ÄĚ saranno affidate all‚Äôattenta analisi del vicario episcopale¬†don Calogero D‚ÄôUgo, mentre di ‚ÄúImplicazioni culturali socio-politiche della legge 194‚ÄĚ disserter√† l‚Äôavvocato¬†Giovanni Granatelli.

Attese le testimonianze che giungeranno dalle associazioni, ognuna delle quali tratterà il tema dell’aborto e di tutte le conseguenze positive e negative in base ai propri ambiti d’intervento sul territorio.

Nello specifico, potremo ascoltare: la dott.ssa Sandra La Porta e la prof.ssa Marina Casini (presidente nazionale) del Movimento per la Vita; il dott. Luciano D’Angelo, C.A.V. Palermo; il dott. Dario Micalizio, Forum Associazioni Familiari;  il dott. Diego Torre, Forum Famiglia Educazione; la dott.ssa M. Cristina Sanfratello e la dott.ssa Rosalba Federico, AVULSS. Le storie di vita verranno da Francesca Caridi.

¬ęQuello che emerger√† sar√† la bella unione e la sinergia che ha portato un cartello di associazioni a dare vita a questo convegno¬†– prosegue¬†D‚ÄôUgo¬†-. Rifletteremo anche sul fatto che la parte positiva della legge non √® stata applicata. Ci sono, infatti, alcuni passaggi tesi a salvaguardare la creatura che vuole venire al mondo, che vengono superati e dimenticati con molto cinismo dallo Stato, dai consultori, dai medici e da tutti quei soggetti che dovrebbero tutelare il nascituro e la mamma.¬†L‚Äôaborto dovrebbe essere l‚Äôultima spiaggia, invece in questi anni √® andato tutto diversamente¬Ľ.

Quello di sabato 1 dicembre non sarà il solito convegno, ma la grande occasione per confrontarsi e proporre interventi che guardano alla totalità della famiglia.

¬ęIn un momento in cui la nostra societ√† √® annichilita davanti alla violenza che dilaga sempre pi√Ļ spesso tra di noi ‚Äď conclude il vicario episcopale ‚Äď, vogliamo¬†proporre percorsi di pace e di speranza. Il messaggio che vorrei passasse √® che non dobbiamo arrivare all‚Äôaborto per aiutare una maternit√† in difficolt√†.¬†¬†Si tratta di un argomento molto delicato che colpisce tante ragazze e donne che hanno vissuto, loro malgrado, questa tragica esperienza. Proprio per questo¬†lo Stato non pu√≤ solo legiferare. C‚Äô√® bisogno di creare le condizioni adatte a offrire alternative a chi ha bisogno. Affrontare il tema dal punto di vista medico, storico, socio – politico ci potr√† aiutare a capire e¬†far comprendere meglio tutti¬Ľ.

Aborto – ‚ÄúA 40 anni dalla legge 194/78. Storia, valutazioni, prospettive‚ÄĚ ultima modifica: 2018-11-27T09:49:55+01:00 da CanaleSicilia