Home Politica Verso la Centrale di committenza unica tra Sant’Angelo di Brolo e Piraino

Verso la Centrale di committenza unica tra Sant’Angelo di Brolo e Piraino

771

Sindaco S. Angelo di Brolo Basilio CarusoSi intensificano i rapporti tra il Comune di Sant’Angelo e quello di Piraino. Dopo la costituzione dell’Unione della Costa e dei Monti saraceni, il Consiglio comunale ha approvato lo schema di convenzione per la gestione unificata della centrale di committenza. L’obbligo è stato introdotto con legge dello Stato, che ha previsto il divieto, per i comuni con meno di 5 mila abitanti, di esperire gare d’appalto per lavori, servizi e forniture in forma autonoma.

La normativa, se esistenti, dava alle unioni la competenza, ma i due enti hanno optato per la soluzione convenzionale.

“Con il Comune di Piraino – ha detto il Sindaco, che ha firmato la proposta per il Consiglio – stiamo ampliando i rapporti di collaborazione. Infatti, oltre all’Unione, le cui attività non sono state ancorfa avviate, condividiamo il Segretario comunale e l’Organismo indipendente di valutazione. In questa fase – ha continuato il primo cittadino – abbiamo preferito la forma convenzionale, perché lo statuto dell’Unione prevede che il trasferimento diventa operativo nell’anno successivo a quello del trasferimento delle funzioni. Se avessimo optato per questa soluzione, avremmo corso il rischio di non potere esperire alcuna gara fino alla fine dell’anno. Lo schema convenzionale – ha concluso il Sindaco – prevede un modello organizzativo dinamico e non una struttura statica, che avrebbe comportato disomogeneità nei rapporti tra i due enti e aumenti dei costi”.

Per diventare operativa la convenzione dovrà essere firmata dai Sindaci Ciò sarà fatto subito dopo l’approvazione dello schema da parte del Consiglio di Piraino.

Verso la Centrale di committenza unica tra Sant’Angelo di Brolo e Piraino ultima modifica: 2013-04-29T07:16:08+02:00 da CanaleSicilia