Home Sport Turismo e motori, appello alla politica: «Valorizzare i tracciati siciliani, vera risorsa per il territorio»

Turismo e motori, appello alla politica: «Valorizzare i tracciati siciliani, vera risorsa per il territorio»

1,599

Targa Florio“Dal Circuito Madonita alla Catania Etna”, a S. Giovanni La Punta e Nicolosi fino a domani (20 settembre). I rappresentanti di Scuderia Targa Florio: «Vogliamo far ripartire l’automobilismo sportivo nell’Isola»

Inizio in grande stile per la kermesse che raduna in questi giorni gentlemen drivers, professionisti e collezionisti provenienti da tutta Italia: la manifestazione “Dal Circuito Madonita alla Catania Etna” – ideata da Scuderia Targa Florio e organizzata da Magam in collaborazione con Comune di Nicolosi, Ente Autodromo di Pergusa, Associazione CittĂ  dei Motori, Anciexpo, Rai Isoradio e Polizia di Stato e con il patricinio dell’Automobil Club di Catania – Ăš partita ieri con i test drive di Mercedes Comer Sud e di Mahindra con PL Auto all’Autodromo di Pergusa.

Oggi – sabato 19 settembre – i partecipanti al II Concorso di eleganza dinamico, dopo le prove non competitive sul tracciato immerso nella riserva naturale dell’omonimo lago, si sposteranno in carovana – scortati dalla Polizia di Stato – alla volta di San Giovanni la Punta, dove nel primo pomeriggio sosteranno per una tappa espositiva in Piazza Municipio, per poi dirigersi a Nicolosi dove si svolgerĂ  la seconda parte del raduno: partenza dai “Pini” e tre giri del circuito cittadino; sfilata serale delle auto in concorso; spettacolo serale con ospiti musicali.

Si continua domani domenica 20 settembre con altre tre manche dimostrative per il circuito cittadino che fino al 2010 a ospitato la storica cronoscalata etnea. Tra gli ospiti d’onore presenti da ieri a Pergusa anche Arturo Merzario: «Sono molto legato ai circuiti siciliani, a Pergusa ho iniziato la mia carriera e conquistato tante vittorie, adesso la situazione Ăš cambiata – ha commentato l’ex pilota di Formula uno che salvĂČ dalle fiamme Niki Lauda nell’incidente in Germania – purtroppo la politica non riesce piĂč a valorizzare questi tracciati che rappresenterebbero una risorsa per il territorio». Attesa la partecipazione di altri campioni del passato come Nino Vaccarella detto “Il preside volante”, Enrico Grimaldi, il “principe delle cronoscalate”, ma anche campioni del presente come TotĂČ Riolo e GiosuĂš Rizzuto.

Tante associazioni del panorama motoristico partecipano quest’anno in qualitĂ  di partner: il Ferrari Club Italia di Maranello, il Cortina Car Club e il circolo auto storiche Panormus: «Abbiamo riunito tutte queste realtĂ  per testimoniare il potenziale aggregativo che il mondo dei motori possiede ancora da noi in Sicilia – ha sottolineato Michele Miano, presidente di Scuderia Targa Florio – vorremmo che le istituzioni ascoltassero il nostro appello che passa anche da eventi come questo». Gli ha fatto eco Mario Gazzo di Magam, organizzatore dell’iniziativa: «Abbiamo inaugurato un nuovo modo di intendere il turismo motoristico, con le sinergie giuste – ha continuato – potremo coinvolgere sempre piĂč sportivi e appassionati, nell’ottica di coniugare le eccellenze motoristiche e le nostre bellezze paesaggistiche».

Turismo e motori, appello alla politica: «Valorizzare i tracciati siciliani, vera risorsa per il territorio» ultima modifica: 2015-09-19T16:20:38+02:00 da CanaleSicilia