Home Cronaca Torna lo spettro calcioscommesse a Messina: oltre 40 gli indagati

Torna lo spettro calcioscommesse a Messina: oltre 40 gli indagati

2,963

Calcio Scommesse Messina

di Lorenzo Scaffidi C. – Una nuova, purtroppo l’ennesima, indagine della Procura di Messina rischia di mettere alla luce del sole, quello che di più marcio c’è dietro all’indotto dello sport più amato dagli italiani, il calcio, che in Italia fattura miliardi e miliardi di introiti ogni anno.

L’indagine della procura di Messina è partita inizialmente da alcune segnalazioni di Federbet, la federazione no-profit che vigila sulla regolarità delle scommesse in Europa, insospettita da flussi anomali di scommesse su quattro partite disputate dall’ACR Messina, tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 partite. Dopo la denuncia di un anno e mezzo fa della federazione europea, il sostituto procuratore, Francesco Massara, ha aperto un fascicolo corposo in cui adesso risulterebbero indagate 40 persone circa. In queste ultime ore sono state perquisite dalle fiamme gialle numerose abitazioni e studi professionali di Messina.

L’indagine riguarda quattro partite di Lega Pro del girone C, disputate dall’ACR Messina. Esse sono: Casertana-Messina, giocata il 21 dicembre del 2015, finita col risultato di 4 a 1; Messina–Martina Franca, giocata il 9 gennaio successivo e 3 a 0; Messina-Benevento, 0-5 del 16 gennaio, e l’incontro con la Paganese del 14 febbraio, sempre del 2016, finito 2 a 2.

Tra le persone indagate, oltre a ex calciatori, professionisti e scommettitori illegali, risulta esservi anche l’ex attaccante del Messina, Arturo Di Napoli. “Re Artù” era all’epoca delle partite l’allenatore del Messina e avrebbe scommesso sulle partite in questione migliaia e migliaia di euro. Di Napoli, che in carriera ha giocato pure per Inter, Napoli e Salernitana, era stato già condannato dal tribunale nazionale federale a tre anni di squalifica e 35 mila euro di ammenda, nel 2016, per la presunta combine della partita L’Aquila-Savona, dopo l’indagine della procura di Catanzaro “Dirty Soccer”, scaturita dall’intercettazione di alcuni affiliati alla ‘ndrangheta.

Torna lo spettro calcioscommesse a Messina: oltre 40 gli indagati ultima modifica: 2017-03-23T18:34:42+01:00 da CanaleSicilia