Home Attualità “Stanno uccidendo il mare”, Legambiente Nebrodi contro la pesca indiscriminata di novellame

“Stanno uccidendo il mare”, Legambiente Nebrodi contro la pesca indiscriminata di novellame

976

Novellamedi Lorenzo Scaffidi C. – “Stanno uccidendo il mare” è la denuncia di Legambiente Nebrodi, dopo la pubblicazione del decreto da parte dell’Assessorato della Regione Sicilia alla Pesca, con il quale viene concessa l’autorizzazione alla pesca sperimentale del cicirello del rossetto.

“Con la pubblicazione del “decreto di autorizzazione alla pesca sperimentale del cicirello del rossetto” si apre – si legge nel comunicato stampa dell’associazione ambientalista – la strada alla pesca indiscriminata di novellame e all’impoverimento delle risorse ittiche. La possibilità di tenere a bordo la sciabica per l’uso dichiarato di pesce sperimentale e la sostanziale assenza di controlli permetteranno alle marinerie più spregiudicate di rastrellare il novellame in tratti di mare già soggetti a pressione di pesca insostenibile. Pare il caso di ricordare che già, in vigenza dei divieti, si registrava l’immissione sul mercato locale di novellame, segno che i controlli non erano sufficienti ad impedire gli abusi. Col nuovo decreto sarà quasi impossibile sanzionare la pesca illegale, dal momento che sarà consentito tenere a bordo l’attrezzo che la permette. La “trovata” della sperimentazione costituisce – prosegue la nota di Legambiente Nebrodi – un utile espediente per aggirare divieti e controlli. Il nostro mare rischia di essere devastato dalla pesca illegale distruggendo le risorse ittiche con danno per la biodiversità, per i consumatori e, alla lunga, per gli stessi pescatori. Legambiente si oppone a questo scempio e chiede al Governo Nazionale e a quello Regionale di rivedere l’intera materia con l’obiettivo di assicurare l’integrità e la rinnovabilità delle risorse ittiche”. Tale autorizzazione da parte della Regione Siciliana, viene vista dagli attivisti di Legambiente come un ulteriore passo indietro nella difesa del nostro ecosistema marino e non solo, e da più parti parti ci si chiede quale sarà il nostro prossimo futuro se si continuerà con questa politica basata sulla distruzione delle nostre risorse più vitali:

Quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto,

l’ultimo fiume avvelenato,

l’ultimo pesce pescato,

l’ultimo animale libero ucciso.

Vi accorgerete…

che non si può mangiare il denaro.

(Poesia a difesa della Natura degli indiani Sioux)

[immagine esemplificativa]

“Stanno uccidendo il mare”, Legambiente Nebrodi contro la pesca indiscriminata di novellame ultima modifica: 2017-12-29T20:06:28+01:00 da CanaleSicilia