Home Politica Sinistra Ecologia e Libertà punta sul Prof. Ramires a Messina

Sinistra Ecologia e Libertà punta sul Prof. Ramires a Messina

808

Il prof. Giuseppe Ramires ha depositato questo pomeriggio le circa 600 firme (ne occorrevano 450) per formalizzare la sua candidatura alle elezioni Primarie del Centrosinistra per la carica di Sindaco di Messina, che si svolgeranno il 14 aprile prossimo.

Prof. Giuseppe RamiresRamires si candida su proposta di SEL (Sinistra Ecologia e Libertà) ed è sostenuto anche dal “Movimento in Democrazia Alternativa”. Ramires presenterà ufficialmente la sua candidatura e il programma venerdì 5 aprile alle ore 17,30 al Palacultura “Antonello” (Sala 1° piano).

Si fa seguire un Curriculm Vitae di Giuseppe Ramires

Giuseppe Ramires è nato a Messina il 4 novembre 1960.

Ha operato e opera in diversi campi culturali.

E’ giornalista pubblicista dal 1984. Ha scritto per diversi giornali, tra cui i settimanali “Il Soldo” e “Centonove”, il quindicinale “I Siciliani”, i quotidiani “L’Ora” e “La Gazzetta del Sud”, con la quale ancora collabora. Ha diretto la televisione Telespazio Messina dal 1988 al 1992 ed è stato il Direttore del telegiornale di Teletime Messina dal 1992 al 1993. Ha diretto il settimanale “l’isola” dal 1993 al 1995. Nel 1994 il famoso settimanale tedesco “Der Spiegel” lo ha citato, insieme a Claudio Fava, come uno dei giornalisti che aveva individuato e reso pubblici i rapporti tra la Massoneria e il neonato partito di Silvio Berlusconi “Forza Italia”.

E’ laureato il Lettere e Filosofia con 110 e lode accademica, con una tesi in Letteratura latina. Vincitore di Concorso, dal 1995 è docente a tempo indeterminato di Italiano e Latino nei Licei. Ha conseguito nel 1992 il Dottorato di Ricerca in Filologia Greca e Latina e sta conseguendo un secondo Dottorato di Ricerca in Scienze Politiche, Storiche e Filosofico-Simboliche. Dal 1999 al 2000 ha usufruito di una Borsa di Studio per attività di ricerca Post-Dottorato in Letteratura Scientifica e Tecnica Greca e Latina presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Messina. Nel 1999 ha vinto una Borsa di Studio trimestrale presso il prestigioso Warburg Institute di Londra. Ha collaborato a diversi progetti di ricerca con l’Università di Messina e con altre Università italiane (Salerno, Perugia, Roma Tor Vergata). Specialista di letteratura latina e filologia classica ha partecipato come relatore a numerosi seminari e congressi nazionali (Salerno, Messina, Roma “La Sapienza”, Perugia, Milano “Statale”, Pavia, Napoli “Federico II”, Roma “Tor Vergata”, Bari, Cuma “Symposium Cumanum”) ) e internazionali (Rennes). E’ stato invitato per due volte a svolgere un seminario presso la prestigiosa Scuola Normale Superiore di Pisa. E’ studioso di diversi autori della classicità latina, come Lucrezio, Catullo, Virgilio, Tibullo, Petronio, Stazio ai quali ha dedicato numerose pubblicazioni apparse su riviste specializzate italiane e internazionali. Nei suoi oltre 50 saggi si è dedicato anche alla presenza dei classici in Dante, Petrarca, Foscolo, Yourcenar. I suoi studi sulla tradizione manoscritta del Commento di Servio a Virgilio hanno rinomanza internazionale. Il suo progetto di rifare l’edizione critica del grande commento virgiliano di Servio ha riscosso unanime interesse e grande consenso in Italia e all’estero, come dimostrano le molte recensioni seguito alla pubblicazioni dei due primi volumi apparsi in una prestigiosa collana bolognese nel 1996 e nel 2003. Tra gli estimatori del lavoro filologico di Giuseppe Ramires vi fu il grande filologo e filosofo Sebastiano Timpanaro, con il quale Ramires ha intrattenuto un corposo carteggio che vedrà la luce all’inizio dle prossimo anno. Giuseppe Ramires sarà anche uno dei pochi italiani e il primo siciliano a pubblicare nella prestigiosa “Collection des Universités de France” con le edizioni parigine “Les Belles Lettres”.

Dal 2008 è presidente e direttore artistico dell’Associazione Musicale “V. Bellini” di Messina, uno dei più antichi sodalizi musicali siciliani, che ogni anno organizza un’importante stagione concertistica. Dal 2003 sino al 2012 è stato anche vicepresidente dell’Accademia Filarmonica di Messina. Per questa sua attività di organizzatore e promotore di spettacoli musicali ha ricevuto nel 2011 un “Attestato di Merito” dell’Assessorato Politiche Scolastiche del Comune di Messina.

Giuseppe Ramires è poeta. Nel 2001, con la raccolta “Quaderno di conversazione” ha vinto il Premio Rhegium Julii per una silloge inedita.

Alcuni giudizi critici:

“In un ripullulare coltissimo di echi e di suggestioni, la silloge di Giuseppe Ramires intesse l’eterna avventura ulisseide della parola che tenta di penetrare dentro l’astratta spirale dell’universo, di captare il sentimento totale dell’infinità, che inevitabilmente le sfugge” (Aldo Maria Morace).

“Quel che resta ai margini, nella densissima e distillata poesia di Ramires, è un manipolo di schermi dietro i quali il tormento sta in guardia, forse prepara il suo male, forse cerca una sfingea tregua” (Giuseppe Amoroso).

“Poesia colta, non priva di assonanze, di nessi metaforici, di sinestesie di richiami a grandi poeti del passato. Ramires – a nostro avviso – entra di diritto tra le voci genuine della Poesia italiana ed è sperabile che la sua poesia scuota dal torpore i ‘fruitori’ e gli ‘addetti’ troppo spesso attenti soltanto agli ingombranti obelischi” (Salvatore Arcidiacono).

“E’ una poesia immediata, non logorroica, che fa della pagina un marmo candido sul quale la parola incide rispettose profondità … Una lirica asciutta ma immaginifica, magnetica, che reclama attenzioni, che propina suggestioni” (Luigi La Rosa).

“Caro Giuseppe, ho ricevuto il tuo plico e ho letto e sinceramente ammirato i (nudi, recti, venusti) tuoi epigrammi (Alessandro Fo).

“Ho letto il tuo ‘Quaderno di conversazione’, e l’ho apprezzato molto, condivido la premessa di Morace, acuta nell’individuare una sorta di ascetismo stilistico, cui s’accompagna una abilità metrica davvero sorprendente … tutto il libro evidenzia questo rigore di stile e di ispirazione (Giuseppe Conte).

“Su tutto domina la poetica del togliere, della sottrazione di peso, come severa disciplina della mente” (Gino Trapani).

Giuseppe Ramires è stato candidato alle elezioni provinciali del 1998 per i Democratici di Sinistra, risultando primo del suo partito con quasi mille voti (ma il seggio scatto nell’altro collegio). Dopo aver lasciato i DS a seguito della guerra nella ex Jugoslavia, si iscrisse in Rifondazione Comunista, partecipando alle elezioni comunali del 2003 (primo, ma il seggio non scattò) e del 2005 (primo dei non eletti). Dal 2006 al 2008 è stato consigliere d’amministrazione dell’ATM di Messina.

Sinistra Ecologia e Libertà punta sul Prof. Ramires a Messina ultima modifica: 2013-04-03T07:22:58+02:00 da CanaleSicilia