Home Politica Sicilia – Legge sugli appalti, le dichiarazioni di Cracolici [PD], Tancredi [M5S] e Germanà [NCD]

Sicilia – Legge sugli appalti, le dichiarazioni di Cracolici [PD], Tancredi [M5S] e Germanà [NCD]

1,375

Antonello CracoliciStop legge appalti; Cracolici: norma frutto di pirateria e populismo, adesso ripristinare vecchio sistema

“Ho seguito con attenzione l’evoluzione della legge sugli appalti, e fin dal primo momento ho ritenuto che non ci fossero i requisiti di costituzionalità: la decisione del  Consiglio dei Ministri non fa altro che confermare i dubbi che più volte avevo esposto in aula durante il dibattito”. Lo dice Antonello Cracolici, presidente del gruppo parlamentare del PD all’Ars, dopo la decisione del Cdm di impugnare la nuova legge regionale che regola gli appalti in Sicilia.

“Purtroppo – aggiunge – adesso dobbiamo fare i conti con le conseguenze di un atto di pirateria di chi ha proposto e sostenuto questa legge a tutti i costi.  Questo pasticcio è il frutto di un populismo che, facendo leva su una reale sofferenza del sistema imprenditoriale, ha finito per partorire un provvedimento che produrrà un solo effetto: paralizzare il sistema degli appalti in Sicilia”.

“A questo punto – conclude Cracolici – mi auguro che, con umiltà, i responsabili di questo caos – a partire dal Movimento 5 Stelle che ha dimostrato la propria incultura di governo, fino a chi è componente della giunta regionale – si presentino in parlamento per rimediare a questa situazione ripristinando il sistema che c’era fino a due mesi fa in Sicilia, ovvero le norme nazionali che regolano gli appalti”.

Sergio Tancredi M5SLegge sugli appalti, M5S a Cracolici: “Quella di prima favoriva la mafia, occorreva cambiarla, pure i suoi colleghi lo hanno capito”

Il M5S all’Ars replica all’uscita del deputato Antonello Cracolici che, in sostanza ha difeso le posizioni del Consiglio de ministri, che ha impugnato la legge sugli appalti.

“Probabilmente – afferma il deputato Sergio Tancredi, primo firmatario della legge – l’attenzione dell’onorevole Cracolici non è poi così puntuale. La riforma della legge sugli appalti è una seria e concreta testimonianza che tutti i partiti insieme, di maggioranza e di opposizione, possono cambiare il sistema.

Un sistema, quello degli appalti, che regala, spesso, senza freni, linfa e risorse ai cartelli malavitosi. Occorreva mettere mani ad una legge distorta e tutti i componenti dell’Ars, compresi i colleghi di Cracolici, hanno avuto il coraggio e il buon senso di alzare la testa. Tutti tranne uno. Che oggi dimostra, ancora una volta, che la sua veneranda età politica lo ha affaticato al punto tale da non riuscire più a sollevare la schiena”.

Nino GermanàGermanà ribatte alle dichiarazioni di Cracolici

“Quello che per Cracolici è populismo io trovo sia solo sensatezza”, così il deputato regionale Ncd Nino Germaná commenta le dichiarazioni del presidente del gruppo parlamentare PD all’Ars circa la decisione del Cdm di impugnare la nuova legge regionale che regola gli appalti in Sicilia. “Bisogna mettere da parte i massimi sistemi e pensare a mettere qualche toppa alle sofferenze dei vari settori del mercato: quello imprenditoriale vive momenti drammatici e il nostro compito è di provvedere ad alleviarne il malessere. Del resto l’impugnativa è più un fatto formale.

Il Governo centrale riconosce il valore della norma per cui c’è la disponibilità ad aprire un tavolo”, conclude il parlamentare.

Sicilia – Legge sugli appalti, le dichiarazioni di Cracolici [PD], Tancredi [M5S] e Germanà [NCD] ultima modifica: 2015-09-12T11:19:34+02:00 da CanaleSicilia