Home Politica Servizi sociali al passo con i tempi per rispondere ai bisogni del territorio e degli utenti

Servizi sociali al passo con i tempi per rispondere ai bisogni del territorio e degli utenti

995

Seminario Servizi Sociali Cisl FpSe ne è discusso al palacultura in occasione della giornata di approfondimento organizzata dalla CISL

MESSINA – Un Servizio sociale al passo coi tempi, moderno, innovativo e aderente ai bisogni degli utenti e del territorio. È quello che chiedono gli operatori socio-sanitari che la Cisl Cisl Funzione Pubblica e il Centro Studi della Cisl Messina hanno riunito oggi al Palacultura per la giornata seminariale di aggiornamento che ha coinvolto oltre 150 assistenti sociali della provincia di Messina in servizio negli Uffici Pubblici e dipendenti di Cooperative Sociali.

Un’iniziativa realizzata grazie anche all’accordo stipulato dalla Cisl Fp con l’Ordine Regionale degli Assistenti Sociali che mira ad una attività formativa.

«L’iniziativa – ha spiegato il segretario generale della Cisl Fp, Calogero Emanuele – nasce dalla necessità di dare nuova formazione e aggiornamenti agli addetti ai lavori. Da tre anni diciamo che il sistema dei servizi sociali a Messina e in provincia è datato, ma abbiamo assistito solo a una evidente sordità da parte delle istituzioni e delle amministrazioni. Siamo convinti che il miglioramento dei servizi si realizzi anche grazie alla formazione e alla preparazione degli addetti che devono essere al passo con i tempi con i bisogni degli utenti e del territorio che sono cambiati. Anziani, immigrati, disabili hanno bisogno di un servizio diverso».

«Abbiamo iniziato un percorso di approfondimento su tutto il sistema welfare siciliano ma la regione è un po’ sorda – ha detto il Presidente dell’Ordine Professionale Regionale degli Assistenti Sociali Giuseppe Graceffa – ci sono soldi, quelli della 328, che possono essere utilizzati per le assunzioni di assistenti socio-sanitari nei 390 comuni siciliani».

«La gestione dei servizi sociali così com’è non solo è fallimentare ma alimenta un sistema parallelo che dona centralità al malaffare, non certo al soddisfacimento dei bisogni dell’utenza», ha accusato il segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese, intervenendo all’apertura dei lavori e poi, rivolgendosi ai lavoratori ha detto loro: « Ci ritroviamo in un contesto dove si fa a pugni con le risorse economiche, utilizzati anche come arma di ricatto. Le risorse ci sono ma vengono sprecate in sistema che non dialoga e le polverizza.  Spesso siete sfruttati, spesso lavorate in condizioni difficili e insopportabili. E se guardiamo alla richiesta dei bisogni, siete insufficienti».

Servizi sociali al passo con i tempi per rispondere ai bisogni del territorio e degli utenti ultima modifica: 2016-05-24T21:51:35+02:00 da CanaleSicilia