Home Politica Sant’Angelo – Cortolillo: «il comune è solo parte “terza”»

Sant’Angelo – Cortolillo: «il comune è solo parte “terza”»

3,636

Riceviamo & pubblichiamo la replica del sindaco di Sant’Angelo di Brolo riguardo l’annullamento dell’autorizzazione di pubblico esercizio della ditta “Borgo Antico”.

Franco Cortolillo - Tindaro Germanelli

Ritengo doveroso nei confronti dei cittadini fare delle opportune precisazioni rispetto alle gratuite e infamanti accuse rivolte alle Istituzioni, e in particolare al sottoscritto come Sindaco, in merito all’annullamento dell’autorizzazione di sub ingresso nella titolarità di pubblico esercizio della ditta” Borgo Antico”.

Respingo fermamente le gravi accuse e le strumentalizzazioni contenute nel comunicato del CNA dei Nebrodi e le successive, conseguenti polemiche, con le quali, facendo pura demagogia, ancora una volta si coglie l’occasione per continuare a gettare fango sulla mia persona e sulle Istituzioni Comunali.

Specifico, per chi non lo sapesse, che in quest’annosa questione tra privati, nata nel lontano 2013, con un susseguirsi di pesanti denunce, segnalazioni in Procura e procedimenti penali aperti nei Tribunali, il Comune è solo parte “terza”, chiamato in causa esclusivamente dai soggetti interessati. Si rammenta che l’art. 4, comma 2, del D.Lgs. 165/2001, contempla la netta separazione tra potere politico e gestionale e, pertanto, spetta esclusivamente ai dirigenti l’ adozione degli atti e dei provvedimenti amministrativi. Nel caso in ispecie, quindi, nessun potere decisionale o competenza ha il Sindaco, che in nessun modo può interferire nei provvedimenti dirigenziali.

L’ annullamento era un atto “dovuto”, conseguenziale ad accertamenti e pareri tecnici che, anche se impopolare, non poteva sfuggire ad una rigorosa osservanza delle leggi, pena l’ imputazione per il reato di abuso di ufficio. Tuttavia, i provvedimenti amministrativi di qualsiasi natura sono sempre ricorribili al Tar ed è ovvio che possono essere annullati, se riconosciuti legittimi, dopo il pronunciamento del Tribunale Amministrativo competente.

Per non lasciare in chicchessia ombre o sospetti di alcun genere, invito la CNA dei Nebrodi ad accedere agli atti e, avendone facoltà, a formulare specifiche, ipotetiche “soluzioni” o denunce sull’intera vicenda, mai risolta negli anni precedenti la mia gestione, non limitandosi solo a cavalcare la tigre, strumentalizzando una vicenda tra privati, con l’ utilizzo di termini insultanti come “vergogna” e “strafottenza”, con l’esclusivo obiettivo di addossare inesistenti responsabilità politiche.

Infine, preannuncio che mi riservo di adire le vie legali nei confronti di chiunque per difendere la mia dignità e onorabilità, oltre a tutelare il mio ruolo istituzionale di Sindaco.

Sant’Angelo di Brolo, 17 settembre 2017

Il sindaco
Dr. Francesco Paolo Cortolillo

 

[ Leggi qui l’articolo di CNA Nebrodi ]

Sant’Angelo – Cortolillo: «il comune è solo parte “terza”» ultima modifica: 2017-09-17T20:25:36+02:00 da CanaleSicilia