Home Politica Sant’Angelo di Brolo – “Abbiamo atteso a lungo e con pazienza ORA BASTA !!!”

Sant’Angelo di Brolo – “Abbiamo atteso a lungo e con pazienza ORA BASTA !!!”

1,196

Sant'Angelo di BroloAbbiamo atteso a lungo e con pazienza sperando di riuscire ad intravedere la volontà di far emergere idee fresche ed in rottura con il “vecchio” modo di far politica, profusa in campagna elettorale da parte dei giovani che oggi sono alla guida del paese.

Ma abbiamo atteso invano e la pazienza, anche la più ferrea, prima o poi finisce. A quasi due anni dall’elezione, per una manciata di voti, della lista ”Libera Sant’Angelo”, il paese è frantumato e diviso in due: da una parte i “buoni”, loro e dall’altra i “cattivi”, noi, perché non la pensiamo come loro.

Dalla loro parte, che avrebbero dovuto rappresentare “ l’innovazione unita all’esperienza”, c’è solo tanta presunzione e la più totale incapacità politica e amministrativa. Incapacità che non ha nulla a che vedere con l’inesperienza, ma è infarcita di una eccessiva dose di presunzione.

Altro che “Libera Sant’Angelo”!! Altro che aver “liberato il paese dalla dittatura”!! Il paese sta conoscendo ora cos’è la dittatura, perché loro non accettano nessun tipo di confronto, nessun tipo di idea che non si assoggetti al pensiero unico e non renda omaggio ad un Sindaco despota e presuntuoso, che ama fomentare divisioni e trova linfa vitale solo nell’odio politico nei confronti di coloro che non la pensano come lui.

Ma la cosa peggiore è che il Presidente del Consiglio anziché fungere da moderatore e da garante dei Gruppi consiliari è, solo e soltanto, uomo della Maggioranza asservito al Sindaco. Un Presidente che impedisce ai Gruppi consiliari di confrontarsi e di riunirsi; un Presidente che non tiene in alcuna considerazione le numerose richieste del Gruppo di Minoranza affinché istituisca le Conferenze dei capigruppo, ritenendole non obbligatorie e pertanto non utili. Un Presidente che interpreta il Regolamento e le Leggi a seconda delle “esigenze” dell’Amministrazione, permettendo al Sindaco di inserirsi continuamente nel dibattito che è prerogativa esclusiva dei consiglieri. Ma non può essere super-partes, considerato che i consiglieri di Maggioranza non hanno né le capacità né la volontà di sostenere le discussioni con il nostro Gruppo, poiché se dipendesse da loro il dibattito potrebbe anche essere evitato, passando direttamente alla votazione dei punti, perché tanto loro hanno i numeri!! Pur disconoscendo o non approfondendo gli argomenti, purtroppo…

Definiamo vergognoso il comportamento di un Sindaco che aveva giurato che sarebbe stato il Sindaco di tutti e di un Presidente che ignora totalmente il gruppo di Minoranza. Come vergognosa è l’affermazione del nuovo capogruppo di Maggioranza che, alla nostra osservazione riguardante il totale silenzio alle reiterate richieste di incontri fra gruppi per discutere tematiche inerenti la nostra comunità, ci risponde che la sede del confronto è l’aula consiliare e che gli “inciuci si facevano prima, ora non c’è più niente”!!!

Caro capogruppo, noi ci sentiamo offesi da questa sua affermazione, perché NEANCHE LONTANAMENTE ci è mai sfiorata l’idea di fare inciuci. “Prima” non si facevano inciuci, si facevano riunioni pre-consiglio, quelle stesse riunioni che l’attuale Presidente riteneva utili, che per un periodo ha pure convocato e che oggi rinnega in quanto non previste dalla Legge, mentre noi pensiamo che sarebbe il caso che riordinasse le idee e si mettesse d’accordo con sé stesso. Veda, noi abbiamo PROTOCOLLATO una richiesta ufficiale di incontro fra consiglieri; non abbiamo chiesto al Presidente e all’oggi ex capogruppo di Maggioranza, di incontrarci di nascosto nelle segrete del palazzo. Noi, a differenza vostra, abbiamo richiesto di discutere con voi questioni e problemi della nostra comunità. Ci riferiamo a qualcosa che non ha niente a che vedere con l’inesistente ed improduttivo confronto, se tale si può definire, che avviene con voi in sede di consiglio comunale. Perché il ruolo dei consiglieri comunali è proporre soluzioni nell’interesse di tutti i cittadini. Se la studi un po’ di storia politica, non abbocchi alle baggianate di chi cerca di isolarvi per paura che voi possiate aprire gli occhi ed uscire da questo sonnacchioso stato di beatitudine. I ruoli sono ruoli, ma le Leggi sono Leggi.

I consiglieri del Gruppo di Minoranza
Giuliano Catia; Fasolo Melina; Maurotto Michela; Di Nunzio Michelangelo.

Sant’Angelo di Brolo – “Abbiamo atteso a lungo e con pazienza ORA BASTA !!!” ultima modifica: 2018-02-08T09:27:15+01:00 da CanaleSicilia