Home Cronaca San Giorgio – Acqua non potabile, il Comune dovrà rimborsare il 50% delle bollette pagate

San Giorgio – Acqua non potabile, il Comune dovrà rimborsare il 50% delle bollette pagate

4,104

Foto n. 4: acqua fornita alle utenze di San Giorgio di Gioiosa Marea; 11 Agosto 2013.A San Giorgio di Gioiosa Marea si torna a parlare di canone idrico e acqua non potabile.

di Maria Cristina Miragliotta – Dopo le sentenze del giudice di pace di Patti del 2009 e del Tribunale pattese del 2015 che disponevano la riduzione del 50% del pagamento del canone idrico per l’erogazione di acqua non potabile, una nuova sentenza, depositata il 3 febbraio 2017 dal giudice di pace di Patti, Mariano Munafò, accogliendo in parte l’istanza presentata da un cittadino della frazione di San Giorgio, rappresentato dall’avv. Michele Mondello, ha confermato la riduzione del 50% del canone idrico richiesto , “a titolo di indenizzo per la mancata potabilità dell’acqua” e ha condannato il Comune di Gioiosa Marea alla restituzione del 50% delle somme già versate a titolo di canone idrico relativo agli anni 2005-2015.

La sentenza apre le porte al ricorso per tutti gli utenti che hanno versato le quote richieste dal Comune, in quanto “l’Ente non può esigere dal cittadino l’esatto pagamento di quanto chiesto essendosi reso in parte inadempiente”, essendo l’acqua erogata non potabile.

Il Comune, in precedenza, aveva ridotto l’importo richiesto del 10%, ma tale decurtazione, secondo quanto si legge nella sentenza, visto il lungo periodo di mancata somministrazione di acqua potabile, sarebbe ritenuta dal giudice, irrisoria “in considerazione anche del fatto che il semplice calcolo matematico relativo al consumo fatto dall’Ente non appare soddisfattivo”.

« LEGGI LA SENTENZA »

 

San Giorgio – Acqua non potabile, il Comune dovrà rimborsare il 50% delle bollette pagate ultima modifica: 2017-02-08T09:47:26+01:00 da CanaleSicilia