Home Politica REI Reddito d’Inclusione, di che parliamo?

REI Reddito d’Inclusione, di che parliamo?

615

EuroSbandierato su tutti i media come la novità dell’anno, la panacea di tutti i mali che affliggono questa nazione e la soluzione ideale per uscire dalla crisi, il Governo Gentiloni tira fuori dal cilindro il REI, il Reddito d’Inclusione.

Purtroppo questa miracolosa soluzione, questo l’elisir del benessere sociale non è altro che la modifica di alcuni parametri ed il cambio della denominazione della già esistente SIA (sostegno Inclusione Attiva). Per chi non è addentro a tutti questi acronimi, che spesso nascondono il vuoto, la SIA è la famosa cd. Social card.

Quindi nella realtà non è una novità o un nuovo strumento che va a sommarsi agli altri ammortizzatori sociali già presenti, ma una norma che sostituisce uno strumento di sostegno al reddito già esistente.

Questo significa, in soldoni, che delle sbandierate circa 400 mila famiglie che dovrebbero usufruire della REI già oltre il 50%, circa 250 mila, usufruisce della SIA. Conseguentemente le famiglie che potranno ottenere per la prima volta un sostegno al reddito in realtà non vanno oltre i 150 mila nuclei.

Che corrispondono ad appena al 3% delle famiglie in povertà assoluta quantificati dall’ISTAT in circa 4,6 milioni; e con questi dati gli ascari di questo Governo vorrebbero convincere gli italiani che con un’elemosina di massimo 485 euro, in media circa 300 euro, per appena 18 mesi risolveranno la crisi economica che attanaglia da anni la nostra società.

Il SINALP Sicilia non accetta l’ennesima bufala elettorale a danno dei cittadini che continuano a subire una crisi strutturale causata da un sistema politico marcio fin nelle fondamenta e non più in grado di dare risposte e garantire un futuro dignitoso a tutti gli italiani.

La Segreteria Regionale SINALP
Dr. Andrea Monteleone
Dr. Gaetano Giordano

REI Reddito d’Inclusione, di che parliamo? ultima modifica: 2017-09-01T11:25:31+02:00 da CanaleSicilia