Home Attualità Programmazione Comunale a Gioiosa Marea – Si sogna o si é desti?

Programmazione Comunale a Gioiosa Marea – Si sogna o si é desti?

868

Gianluca Salpietrodi Gianluca Salpietro – Siamo in procinto della presentazione del bilancio comunale previsionale anno 2015, che dovrà essere approvato dal consiglio comunale entro il 31 dicembre 2014.

A questo riguardo ho alcuni commenti. Prima di tutto secondo le normative vigenti (Art. 551 e 572 del Testo Coordinato delle Leggi Regione Sicilia Relative all’Ordinamento degli Enti Locali) l’amministrazione comunale assieme al bilancio preventivo anno 2015 ha il dovere di presentare un bilancio previsionale pluriennale almeno della durata 2015-2017, una relazione previsionale e programmatica, un piano triennale dei lavori pubblici e una tabella relativa alla situazione di deficitarietà strutturale. I documenti di bilancio devono essere redatti in modo da consentire la lettura per programmi, servizi ed interventi. Non credo che le varie amministrazioni del comune di Gioiosa Marea si siano attenute pienamente a queste normative per la fase preventiva.

Riguardo il piano triennale dei lavori pubblici ho avuto l’opportunità di vedere quello relativo al periodo 2013-2015 pubblicato sul sito web del comune di Gioiosa Marea. Si sogna o si é desti? Il totale degli investimenti pubblici programmati per il periodo 2013-2015 risultava di un valore di circa 80 milioni di Euro. Mi chiedo: con una spesa comunale in lavori pubblici mediamente di circa 2 milioni l’anno tra il 2010 ed il 2013 come sarà possibile effettuare lavori pubblici per un valore di 80 milioni di Euro dal 2013 al 2015?

Se si guarda il dettaglio del programma dei lavori pubblici si vedono voci di investimenti preistorici, assolutamente irrealistici e per la quale ad oggi non penso sia stato preso nessun passo conclusivo che possa giustificare la loro inclusione nel programma triennale di lavori pubblici per il periodo di riferimento.

Faccio qualche esempio: Recupero tessuto urbano del Borgo Medievale di Gioiosa Guardia (Euro 5 milioni circa), realizzazione di un porticciolo turistico e delle opere annesse in frazione San Giorgio (Euro 5 milioni circa) e, dulcis in fundo, realizzazione di un mini-svincolo per la direzione Messina in entrata e direzione Palermo in uscita (Euro 5 milioni). Mi sembra il pozzo dei desideri!

A parte il fatto che in questi, come in molti altri progetti inclusi nel programma, ci sia probabilmente ben poco di programmato, c’è anche da dire che alcuni dei progetti inclusi nel programma sono di dubbia utilità, altri praticamente impossibili da realizzare soprattutto nel periodo preposto e molti rappresentano solo una pericolosa fata morgana. Questo senza contare che trovare 80 milioni di Euro in 3 anni per Gioiosa Marea credo, parlandoci seriamente, sia stato e sarà praticamente impossibile.

Programmazione comunale non vuol dire fare castelli in aria e chi li fa deve tornare con i piedi per terra per il bene del paese. Servono risultati concreti non promesse vane. Inoltre mi chiedo cosa ne sia della partecipazione popolare all’amministrazione comunale richiesta prima di tutto dalla normativa regionale (Art. 119 del testo regionale citato sopra) e poi dallo statuto comunale di Gioiosa Marea (Art. 34 e 35) che prevede la costituzione di consulte comunali e della consulta di San Giorgio ed eventuali altre frazioni per questo scopo. Non risulta che queste consulte siano state costituite e forse se lo fossero state e ci fosse maggiore partecipazione popolare nella programmazione comunale, questa potrebbe essere migliorata, dato che pare che gli amministratori comunali vivano su Marte.

Speriamo che quest’anno la programmazione comunale sia di qualità superiore o almeno abbia qualche attinenza con la realtà. Inoltre, auspichiamoci che i vari documenti programmatici richiesti dalle vigenti leggi citati sopra, redatti come necessario e con l’aggiunta possibilmente di piani di zona (anche richiesti per legge) o perlomeno un termine concreto per l’approvazione di un nuovo piano regolatore generale che da anni si attende ma non si realizza, vengano predisposti per approvazione al consiglio comunale in occasione della presentazione del bilancio previsionale anno 2015.

Quest’ultimo da solo non é sufficiente per una programmazione efficace delle attività comunali. La programmazione é uno dei fulcri della buona amministrazione, dello sviluppo nonché della possibilità dei cittadini di valutare l’operato dell’amministrazione comunale e non si può assolutamente trascurare. Inoltre sarebbe sicuramente opportuno che venissero rispettate le normative di riferimento.

Infine mi auguro che tutti i principali documenti di bilancio, programmazione e così via che saranno approvati dal consiglio comunale il 31 dicembre 2014 verranno doverosamente pubblicati sul sito web del comune di Gioiosa Marea per informare la cittadinanza.

Programmazione Comunale a Gioiosa Marea – Si sogna o si é desti? ultima modifica: 2014-11-20T08:17:59+01:00 da CanaleSicilia