Home Attualità Prima dichiarazione di Sonny Foschino a conclusione della raccolta firme a difesa dei diplomi di conservatorio facenti parte del vecchio ordinamento

Prima dichiarazione di Sonny Foschino a conclusione della raccolta firme a difesa dei diplomi di conservatorio facenti parte del vecchio ordinamento

1,556

Sonny FoschinoPrima dichiarazione ufficiale a conclusione della raccolta firme del movimento spontaneo di protesta a difesa dei diplomi di conservatorio facenti parte del vecchio ordinamento post riforma del 2012. Il decreto di stabilità, infatti, non prevede l’equiparazione dei diplomi ad un corso di laurea biennale ai fini dell’ammissione ai pubblici concorsi per chi lo conseguirà dopo il 24 dicembre 2012, creando una sostanziale disparita tra identici titoli di studio; il gruppo ha già portato a termine il primo gesto concreto d’azione con il raggiungimento e il superamento del tetto di 5000 firme alla petizione lanciata in rete a metà gennaio. L’autore della petizione, Sonny Foschino, presidente dell’ormai nota Associazione “Peppino Impastato”, attivista e studente del conservatorio “A. Corelli” di Messina, ha così commentato: “Siamo tutti soddisfatti del risultato ma consapevoli che stiamo parlando del primo passo, di vitale importanza, sicuramente, ma che non deve assopire lo spirito d’unione e l’indignazione. Questo è l’inizio; la strada è ancora lunga.”

Ha poi continuato: “è un dovere affermare che ci stiamo già occupando di altre situazioni paradossali che riguardano il conservatorio e le scuole artistiche: siamo tutti in ballo qui; abbiamo in mente di apportare una scossa decisiva ad un sistema fradicio che sta uccidendo l’arte e gli artisti di un Paese che se ne fotte; ma se questi signori pensano lontanamente di far passare inosservata una legge anticostituzionale si sbagliano di grosso. Approfitto di questa occasione, sin da ora, per invitare tutti i ragazzi che si diplomeranno nella sessione d’esami di Febbraio 2013, facente ancora parte dell’anno accademico precedente, di ricorrere, dopo l’imminente pubblicazione della tabella di equiparazione, qualora le nostre istanze non vengano prese in considerazione, ai rispettivi TAR per verificare la costituzionalità della questione.”

Ha poi voluto ribadire l’importanza del supporto di molti insegnanti e di alcuni direttori di Conservatorio, in particolare del Corelli di Messina: “Né ho molti in mente, e non voglio far riferimenti per non dimenticarne nessuno. Ognuno di loro sa quanto ha preso a cuore questa causa; tre ringraziamenti ufficiali, però, mi sembrano opportuni: un ringraziamento alla prof. Alba Crea, nostra prima sostenitrice, al prof. Stefano Vezzani e al direttore Gianfranco Nicoletti.”
Raggiunte e superate le 5000 "firme" per la petizione "A difesa dei diplomi vecchio ordinamento del conservatorio"La protesta ha pervaso tutta l’Italia, e quindi tutti i conservatori della penisola, tra i quali spiccano Napoli, Roma, Milano, Matera, Salerno, Palermo, Catania, Reggio, Bologna e tutti gli altri, di fondamentale importanza e finalmente uniti da un comune spirito forte e deciso.

Ha concluso Foschino: “sono troppe le persone da ringraziare; amici ormai fraterni che hanno perso nottate a racimolare le firme necessarie per concludere questa prima fase; li voglio ringraziare tutti, ma veramente tutti… ed in particolare Alberto Coco, Stefano Lagatta, Vito Rotondi, Lucio Brancati, Stefano Petrosino, Giovanni Lombardo, Barbara Visalli, Tiziana Filiti, Alessio Porcello, Stefano Cafarelli, Giuseppe Ricciardo, Giovanni Rodio, Yuliya Vyshnyvetska, Michele Gatti, Vincent Salvo Lavenia, Biagio Schifano… e tutti gli altri ai quali chiedo scusa sin da adesso per non averli ricordati così su due piedi!”

Intervista a Sonny Foschino presso gli studi di CanaleSicilia all’inizio della protesta

Servizio Cristina Miragliotta – Riprese del 12 Gennaio 2013

Prima dichiarazione di Sonny Foschino a conclusione della raccolta firme a difesa dei diplomi di conservatorio facenti parte del vecchio ordinamento ultima modifica: 2013-02-08T16:37:42+01:00 da CanaleSicilia