Home Cronaca Piraino – Il Tribunale sfratta il maneggio di Salinà

Piraino – Il Tribunale sfratta il maneggio di Salinà

2,472

Sfratto Maneggio Pirainodi Maria Cristina Miragliotta – Il maneggio di contrada Salinà nel comune di Piraino, realtà che con grande passione, da due anni viene gestita dall’associazione “Io amo l’equitazione”, organizzando corsi e creando progetti rivolti in particolare ai bambini e ai giovani, oggi costretta allo sgombero.

Un’ordinanza del Tribunale di Messina, infatti, in seguito ad una perizia tecnica, ha dichiarato il centro a rischio per l’incolumità pubblica e degli animali, perché a rischio idrogeologico.

La struttura, un’area sequestrata alla mafia, era stata affidata in gestione dallo stesso Tribunale all’associazione guidata da Franco Cambria, presidente, e da Luana Scirè, vicepresidente, che amareggiati per la decisione del Tribunale, commentano:

Servizio di Cristina Miragliotta del 29 luglio 2016

Sfratto Maneggio Piraino“la nostra sfida era di recuperare una struttura con i suoi cavalli, trasformarla in un centro di aggregazione per giovani, bambini e ragazzi, organizzando corsi e creando progetti per porre le basi per un sano e corretto rapporto con questi splendidi animali. Volevamo trasformarla in una fattoria didattica con tanti animali e costruire un centro di pet therapy.

Il nostro centro pian piano è diventato il punto di riferimento per le Forze dell’Ordine, soprattutto, la Polizia di Stato di S. Agata di Militello, alla quale abbiamo fornito il nostro supporto per custodire ed inserire in un progetto di recupero i cavalli sequestrati dalla magistratura a seguito di maltrattamento.

Ad oggi sono 6 i cavalli salvati e sequestrati per maltrattamento e perfettamente inseriti in progetti educativi con i bambini. Il tutto senza mai chiedere un rimborso, gratuitamente, per lo Stato. I bambini stessi li hanno battezzati dando loro il nome.

Sfratto Maneggio PirainoEravamo pronti ad ospitare altri 18 cavalli sequestrati della magistratura ed oggi in condizioni di maltrattamento perché non c’erano strutture idonee.

Oggi, ci stiamo scontrando con la dura realtà dei fatti; tutti i nostri progetti, sogni, programmi, investimenti economici, tutto ad un tratto svaniscono, crollano come un castello di carta. Con un preavviso di soli 5 giorni, l’intera struttura deve essere sgombrata”.

E concludono: “Oggi non chiude il maneggio dell’associazione “io amo l’equitazione”, oggi crolla il forte messaggio morale e simbolico che rappresenta  questa struttura, si abusiva, ma sequestrata alla mafia. Tolta , rinata e restituita alla sua comunità con una funzione sociale ed educativa”.   

Piraino – Il Tribunale sfratta il maneggio di Salinà ultima modifica: 2016-07-29T15:19:19+02:00 da CanaleSicilia