Home Politica Piraino – «Non parteciperemo alla seduta consiliare»

Piraino – «Non parteciperemo alla seduta consiliare»

1,140

Maurizio Ruggeri - Salvatore CiprianoRiceviamo e pubblichiamo la nota che ieri sera è stata letta e depositata agli atti durante la seduta del Consiglio Comunale di Piraino, nella quale si doveva approvare tra gli altri il conto consuntivo dell’esercizio finanziario 2014.

I consiglieri dei due gruppi “Nuova Piraino” e “Semplicemente Piraino” hanno deciso di non prendere parte ai lavori dell’assise, ma di lasciare agli atti il documento riportato di seguito.

La partita adesso si sposta tutta sul “bilancio di previsione del 2015” che tutto è tranne che un preventivo, ma questa sarà certamente un’altra storia.

I sottoscritti Consiglieri Comunali appartenenti ai due gruppi consiliari “Semplicemente Piraino” e “Nuova Piraino”, nell’esercizio delle proprie funzioni e prerogative, intendono rappresentare quanto segue.

Questa sera noi consiglieri non parteciperemo alla presente seduta consiliare.

La scelta è maturata a seguito dell’azzardata decisione del TAR di Catania di avallare gli scellerati provvedimenti adottati dal Sindaco per aumentare tributi che questo Consiglio Comunale aveva inteso ridurre al fine di offrire una “boccata di ossigeno” alle famiglie pirainesi e, di fatto, esautorando le funzioni proprie dell’organo maggiormente rappresentativo della cittadinanza.

La nostra scelta non è un esimersi dalle proprie responsabilità che ci siamo sempre assunti davanti ai nostri concittadini, mettendoci sempre tempo, impegno, passione e denaro.

Poco ci tocca l’ironia di chi, cavalcando posizioni di potere, sin dal principio ha subdolamente sviluppato la propria azione politica al fine di ottenere benefici e privilegi che poco hanno a che vedere con l’interesse generale a cui invece dovrebbe sempre mirare l’operato di chi amministra.

Per quanti sono riusciti nell’intento di conseguire tali vantaggi, oggi è fin troppo facile ironizzare su un fatto così importante per i nostri concittadini. Lo è certamente meno per quei pirainesi che, con sacrifici e stenti, costretti a lavorare fino a 10 ore al giorno per stipendi da fame, hanno dovuto privarsi di centinaia di euro che, in questo Natale, avrebbero sicuramente fatto più che comodo.

Soldi che questa incapace Amministrazione ha ritenuto bene di impiegare per sprechi e banalità, nonché per rinnovare quelle logiche clientelari del passato che, invece, ancora oggi, gli consentono di mantenere uno spiraglio di accondiscendenza civica.

Riteniamo che alla luce della precitata decisione del TAR di Catania, che non condividiamo, l’odierno bilancio consuntivo presenti vari profili di inattendibilità e illegittimità.

Ciò nonostante non saremo noi ad ostacolarne l’approvazione per tutte le negative conseguenze che da tale azione ne deriverebbero. Tale decisione è maturata anche in considerazione del fatto che i componenti questi gruppi consiliari, si sono a suo tempo assunti la responsabilità di approvare e far passare il bilancio di previsione 2014 per consentire la realizzazione di quegli interventi che si ritenevano necessari ed indispensabili per la nostra comunità, mentre gli altri scappavano e si sottraevano alle loro responsabilità.

Se queste riflessioni valgono per il passato però, altra storia sarà l’approvazione dello strumento finanziario 2015, rispetto al quale bisognerà valutarne attentamente la portata, l’attendibilità delle risorse riportate alla luce della pronuncia del TAR.

Piraino 22/12/2015

I Gruppi Consiliari
“Nuova Piraino”
“Semplicemente Piraino”

Piraino – «Non parteciperemo alla seduta consiliare» ultima modifica: 2015-12-23T17:43:07+01:00 da CanaleSicilia