Home Politica Piraino – Le 4 “I” dello Scandalo spazzatura a Piraino. Oltre ai soldi buttati, adesso la beffa.

Piraino – Le 4 “I” dello Scandalo spazzatura a Piraino. Oltre ai soldi buttati, adesso la beffa.

548

PirainoIllegittimità, irresponsabilità, insipienza e inconcludenza: le 4 “I” dello scandalo spazzatura a Piraino si arricchiscono pure della beffa.

Non solo continua l’affidamento Illegittimo ad una ditta privata ben al di fuori dal periodo di emergenza senza gara e di conseguenza spendendo più soldi del dovuto.

Non solo si portano Irresponsabilmente a scaricare i rifiuti in provincia di Catania con l’obiettivo (fallito) di scavalcare il passaggio delle somme daIl’ATO perché lì verrebbero intrappolate (ma non sono gli stessi danari che sarebbero serviti nel contratto “a 3” con la discarica di Mazzarà‘? Cosa cambia? Perché spendere molto di più nel trasporto?).

Non solo nel momento dell’emergenza si è dimostrata l’Insipienza è la plateale l’Inconcludenza, sfociata nel triste spettacolo di strade piene di monnezza e costellata dallo lo scambio di ingenue letterine per domande inutili con l’ATO e con Ordinanze non ottemperate dai destinatari.

Adesso, in piena estate, la beffa.

Andiamo ai fatti:

con una lettera del 12 aprile 2013 la Dusty srl, società aggiudicataria del servizio di raccolta rifiuti nel nostro ATO, preannunciava che a partire dal successivo14 giugno avrebbe cessato definitivamente le prestazioni del servizio in tutti i comuni dell’ambito ed inoltre l’8 maggio 2013 l’ATO ci portava a conoscenza che la Dusty avrebbe anche ritirato i cassonetti di sua proprietà.

Con ulteriore lettera del 31 maggio 2013, sempre la Dusty, avanzava al Comune di Piraino una proposta di vendita dei propri cassonetti. Ma come sappiamo i nostri amministratori queste lettere manco le leggono.

Ecco la beffa, la Dusty ha cominciato a ritirare i “propri” cassonetti e in questi giorni abbiamo visto la spazzatura, di nuovo per terra ammassata!!

L’inqualificabile atteggiamento dell’amministrazione comunale, nel bel mezzo del periodo ferragostano, rischia di farci trovare di nuovo con cumuli di spazzatura maleodoranti, ai bordi delle strade e in pieno centro abitato con le conseguenze che tutti, ahimè abbiamo imparato a conoscere di recente.

Non è quindi bastato il richiamo del nostro gruppo consiliare che ha affrontato, trovando una maggioranza consiliare sorda alle sollecitazioni, questa vicenda. Non sono bastati gli inviti al Sindaco di revocare e/o modificare le proprie ordinanze sindacali n. 11 e n. 12 nella parte in cui affidano, per tutta la sua durata (sine die), l’incarico ad una Ditta, con una spesa di centinaia di migliaia di euro, limitandola solo al tempo necessario per svolgere una indagine di mercato ed individuare l’azienda a cui affidare tale servizio.

Adesso basta! Si è oltrepassato ogni limite! Tutte le altre mancanze di questa pessima amministrazione le rinviamo a settembre ma questa no! Nel rispetto del mandato ricevuto dagli elettori, preannunziamo che proseguiremo la nostra azione con ulteriori iniziative.

Piraino, lì 08/08/2013

Il Gruppo Consiliare
“NUOVA PIRAINO”

Piraino – Le 4 “I” dello Scandalo spazzatura a Piraino. Oltre ai soldi buttati, adesso la beffa. ultima modifica: 2013-08-08T14:10:14+02:00 da CanaleSicilia