Home Politica Piraino – “E’ priva di qualsiasi fondamento l’affermazione che è stata impedita la ripresa video né è stato impedito l’esercizio dell’attività giornalistica”

Piraino – “E’ priva di qualsiasi fondamento l’affermazione che è stata impedita la ripresa video né è stato impedito l’esercizio dell’attività giornalistica”

403

Gina Maniaci - Sindaco di PirainoMolti articoli sono apparsi sulla carta stampata e sui giornali on-line e televisioni locali che riguardano la mancata ripresa e diffusione audiovisiva della seduta del Consiglio Comunale di Piraino del 27/01/2014. In ordine alla questione sollevata in detti articoli è necessario rifarsi alla deontologia e al principio primo su cui si fonda la libertà di stampa e cioè “la verità”.

Il Consiglio Comunale con deliberazione n. 28 del 28 giugno 2013 approvava con voti favorevoli unanimi il regolamento di disciplina delle sedute Consiliari. Con spirito liberale e alto senso della democrazia ha sancito la possibilità di ripresa audiovisiva e diffusione delle sedute pubbliche del Consiglio.

Con lo stesso articolo è stata normata la materia mediante un saggio equilibrio di un ponderato e contemperato bilanciamento della libertà di informazione, il diritto di essere informati da una parte e dall’altra il diritto alla riservatezza e alla propria immagine previsto dalla Corte Costituzionale nel rispetto del D.Lgs n. 196/2003 e ss.mm.ii ( cd. Legge sulla privacy).

Il comma 6 dell’art. 7 del regolamento stabilisce che i soggetti che svolgono attività giornalistica e pubblicistica che intendano eseguire attività di video ripresa e diffusione dovranno presentare apposita istanza di autorizzazione diretta al Presidente del Consiglio nella quale dovranno indicare:

  • Il possesso del requisito di giornalista o pubblicista;
  • Modalità delle riprese “televisiva, streaming, ecc”;
  • Finalità perseguita;
  • Modalità di trasmissione (radiotelevisione, web, diretta differita).

I successivi commi disciplinano più ampiamente e congiuntamente l’attività quale l’informazione ai presenti della videoripresa. Nessuna istanza dell’esercizio di tale attività è pervenuta al Presidente né al Comune. Pertanto è priva di qualsiasi fondamento l’affermazione che è stata impedita dal Presidente o da altri la ripresa video né è stato impedito l’esercizio dell’attività giornalistica (seduta pubblica a chicchessia) nell’ambito del rispetto della vigente normativa legislativa e regolamentare. Il Consiglio Comunale anzi con l’approvazione di tali norme ha mostrato un’alta e adeguata sensibilità verso la informazione e l’attività giornalistica. Di senso opposto e non veritiere sono le affermazioni apparse su televisioni locali e giornali on-line i cui autori più che difendere un diritto asseritamente negato, maldestramente affermano fatti e circostanze non vere e taluni spingendosi temerariamente non già ad esercitare l’attività informativa ma esprimendo valutazioni qualitative su persone. Quest’ultime certamente avranno diritto, qualora le ritenessero lesive, di fare valere le proprie ragioni nelle sedi opportune. Sarebbe auspicabile e foriera di una corretta e completa informazione e libertà di stampa informarsi per poi informare in piena libertà e nell’ambito delle regole liberali e nel rispetto della “VERITA’”. A nessuno è concesso mistificare la verità e/o esercitare alcun condizionamento anche di natura psicologica nei confronti di alcuno e men che mai nei confronti di chi svolge un “munus pubblicum” nell’esercizio delle sue funzioni.

Esprimono solidarietà al Presidente del Consiglio, Dott. Aldo Marino, il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri del gruppo “Insieme per un’alba nuova”.

Il Sindaco di Piraino
Gina Maniaci

Piraino – “E’ priva di qualsiasi fondamento l’affermazione che è stata impedita la ripresa video né è stato impedito l’esercizio dell’attività giornalistica” ultima modifica: 2014-01-29T14:15:58+01:00 da CanaleSicilia