Home Attualità Per i pani ed i pesci bisogna aspettare, ma per l’acqua in vino ci siamo

Per i pani ed i pesci bisogna aspettare, ma per l’acqua in vino ci siamo

727

Acqua in vino in tre giorniUn “miracolo” da 350 euro… una bufala ?

Per la moltiplicazione di pani e di pesci bisogna aspettare ancora ma per trasformare l’acqua in vino potrebbero non esserci più problemi. Questo almeno quanto dichiarano gli inventori della “Miracle Machine”, la macchina del miracolo grande come un frullatore, che attraverso una camera di fermentazione, degli ingredienti e un’applicazione per smartphone e tablet promette di far mutare l’acqua in vino in tre giorni. Il costo “finito” di una bottiglia sarebbe attorno a un euro e mezzo, due dollari, mentre per la varietà e la qualità, si può scegliere. La macchina dei miracoli può produrre diversi tipi di vino, Chardonnay, Cabernet, a seconda degli ingredienti. Il costo di una bottiglia equivalente, secondo gli ideatori, sarebbe attorno ai venti dollari, circa quindici euro. Sospendendo l’incredulità e ammettendo che sia tutto vero, chi c’è dietro questo “miracolo”?

Una volta scartate le ipotesi di reincarnazione divina, rimane un’azienda della California che si chiama Customwine, una startup guidata da due imprenditori in campo enologico, Kevin Boyer (Ceo) è anche sommelier ed è il fondatore dell’azienda vinicola Boyanci nella Napa Valley. Collabora con lui Philip James, imprenditore inglese dietro il sito vinicolo Lot18.

Una “bufala”, ma a fin di bene: la Miracle Machine, una presunta macchina per trasformare l’acqua in vino in tre giorni, su cui tutti i media del mondo hanno scritto, in realtà non esiste. Quello che invece è reale è il progetto Wine to water, “acqua dal vino”, per cui la falsa macchina dei miracoli è stata utilizzata: un’operazione mediatica per attirare attenzione sul progetto di una ONG che ha come obbiettivo portare acqua potabile e utilizzabile nei luoghi in cui questa scarseggia o manca del tutto. Il logo della Ong “W W” è quello della Miracle Machine ribaltato “M M”.

Per i pani ed i pesci bisogna aspettare, ma per l’acqua in vino ci siamo ultima modifica: 2014-03-18T14:54:51+01:00 da CanaleSicilia