Home Politica Per Brolo – Conclusione indagini «Esprimere giudizi gravi e troncanti è quantomeno soggettivamente imprudente»

Per Brolo – Conclusione indagini «Esprimere giudizi gravi e troncanti è quantomeno soggettivamente imprudente»

1,119

Gruppo consiliare "Per Brolo"“Peras imposuit Iuppiter nobis duas: propriis repletam vitiis post tergum dedit, alienis ante pectus suspendit gravem. Hac re videre nostra mala non possumus: alii simul delinquunt, censores sumus”.

Non abbiamo ancora letto il contenuto del provvedimento della Magistratura inquirente, su cui non appena avremo contezza non mancheremo di esprimere le nostre valutazioni politiche. E tuttavia, a nostro parere, esprimere giudizi gravi e troncanti a seguito della notifica di avvisi di conclusione indagini è (se non oggettivamente ingeneroso) quantomeno soggettivamente imprudente.

Il Sindaco Ricciardello e l’onorevole Germanà eppure non soltanto non hanno perso occasione per gettare benzina sul fuoco delle ferite di questo paese, ma con i loro comunicati hanno dimostrato come meglio di chiunque altro possano simboleggiare l’essenza della favola di Fedro.

Se i cittadini di Brolo li hanno visti, ognuno di loro nei rispettivi ruoli, condividere scelte ed approvare linee programmatiche per oltre un decennio, come possono oggi ergersi ad inflessibili censori di quella stessa politica amministrativa che hanno sostenuto e condiviso?

On. Nino GermanaDov’era l’onorevole Germanà quando si metteva in atto quello che lui definisce (a nostro modesto avviso incautamente) il “tentativo politico-mafioso di affossare la città di Brolo”?

Cosa faceva l’ultradecennale consigliere di minoranza Ricciardello quando “qualcuno per fare il proprio gioco ha ridotto in condizioni che tutti conosciamo la città di Brolo e la sua finanza pubblica”?

Onorevole Germanà, noi “giovani consiglieri di minoranza” – come Lei pensa di poterci definire – non abbiamo bisogno dei suoi consigli per esercitare il nostro ruolo nell’interesse della comunità.

Irene RicciardelloSindaco Ricciardello il nostro “progetto da incoscienti”, come lei sprezzantemente lo descrive, è quello di vigilare sulla regolarità degli atti amministrativi e delle scelte politiche della sua maggioranza. Certo è una strada impervia. Dove non ci pare comunque possibile prendere ad esempio le azioni politiche sue o del suo vicesindaco.

“Giove ci mise due bisacce: pose dietro la schiena la bisaccia piena dei propri difetti, sospese davanti al petto la pesante bisaccia dei vizi degli altri. A causa di ciò non possiamo vedere i nostri difetti, ma siamo inflessibili censori non appena altri sbagliano”.

Il gruppo di minoranza
Per Brolo

Per Brolo – Conclusione indagini «Esprimere giudizi gravi e troncanti è quantomeno soggettivamente imprudente» ultima modifica: 2015-07-23T10:59:43+02:00 da CanaleSicilia