Home Attualità Patti – Ultimi due giorni di Tindari TeatroGiovani con ben tre spettacoli

Patti – Ultimi due giorni di Tindari TeatroGiovani con ben tre spettacoli

716

TeatroGiovani - PattiMaratona intensa quella degli ultimi due giorni di Tindari TeatroGiovani con ben tre spettacoli sia
martedì che mercoledì.

Martedì il Liceo “Seguenza” di Messina ha messo in scena un adattamento di Romeo e Giulietta, perché ancora oggi, come sostiene il regista Roberto Bonaventura, c’è bisogno di parlare d’amore, visto che la società non è ancora capace d’amare. Ecco allora che le due famiglie storiche Capuleti e Montecchi sono al centro di uno scontro che si palesa e diventa dramma di sempre, durante una festa dall’assordante musica da discoteca; diventa una tragedia in cui le isterie di una madre che vuole la figlia maritata si concretizzano anche nel parlarefrenetico e ossessivo della nutrice. Il tutto nutrito da un sapiente studio dei corpi che diventano sipario e balcone, in un farsi teatro in cui anche gli arredi diventano inutili. Il tutto condito da un intento metateatrale, in cui il copione tenuto in scena dai due protagonisti non può che rompere la quarta parete e far uscire tra il pubblico i due protagonisti, zaino in spalla, per farli diventare messaggeri di un monito, perché il mondo impari ad amare abbattendo i vincoli e le ossessioni che le convenzioni e il potere impongono.

Il Liceo Classico “Caminiti – Trimarchi” di SantaTeresa di Riva (Me) ha realizzato un interessante lavoro teatrale il cui tema era quello delle “supplici” della storia, di chi da atroci destini di sofferenza chiede aiuto ed asilo. Dalla tragedia classica di Eschilo al dramma delle “supplici” che chiedono aiuto ai lampedusani il passo è breve. Dal dramma delle Danaidi al dramma dei migranti e degli sbarchi a Lampedusa al centro del romanzo-poema di Eri De Luca la suggestione è forte. Ecco perché il regista, prof. Foscarini Sergio, ha rappresentato il mito delle cinquanta figlie di Danae le quali, per sottrarsi al matrimonio con i cugini, figli di Egitto(un oracolo aveva predetto a Danao che un suo nipote l’avrebbe ucciso), si rifugiano presso la regina di Lampedusa, Pelagia, che accorda loro protezione e aiuto.

“La nostra terra inghiottita non esiste sotto i piedi, nostra patria è una barca, un guscio aperto.

Potete respingere, non riportare indietro, è cenere dispersa la partenza, noi siamo solo andata.
Faremmo i servi, i figli che non fate, nostre vite saranno i vostri libri d’avventura. Portiamo Omero e Dante, il cieco e il pellegrino, l’odore che perdeste, l’uguaglianza che avete sottomesso. Le parole di Erri De Luca si scolpiscono nel cuore e ci riportano ad un oggi drammatico in cui, se non ce ne fossimo accorti, siamo tutti migranti. Non è un caso che “la provocatio ad populum” della regina Pelagia è l’appello alla forza democratica di un popolo che, forte dei valori di accoglienza e solidarietà, sceglie di ospitare le Danaidi. A tinte forti il mercante delle schiave, che non può non ricordarci con i suoi colpi di frusta le tante schiavizzazioni e soprusi ai danni di tante donne sfruttate dal losco mercato della prostituzione. Ha concluso la mattinata del 12 il Liceo Scientifico “G. Galilei”di Mondragone (Ce) con “Aggiungi un posto a tavola” di Garinei & Giovannini, ormai un classico del musical, che ha garantito ai tanti attori di brillare con i loro specifici talenti, dalla danza, al canto alla recitazione. I registi Pasquale Schiappa e Tiziana Castiglio hanno poi scelto i ruoli degli attori indipendentemente dal loro modo di essere , per far capire loro che sulla scena si può interpretare qualsiasi ruolo. “L’importante è dare a tutti i personaggi delle caratterizzazioni nette, precise”.

Mercoledì 13 maggio ha aperto la mattinata il laboratorio teatrale del Liceo delle Scienze Umane “San Luigi” di Patti, che la regista nonché referente prof.ssa Salvatrice Buttò ha impegnato in “Fools”, famosa commedia di N. Simon. L’opera rende ancora attuale le vicende narrate in un racconto popolare russo perché, al di là della semplice commedia degli equivoci, emerge la natura ingannevole del linguaggio che condiziona il rapporto con gli altri. Tema che tocca un punto nevralgico del nostro tempo in cui domina sovrana la comunicazione con tutti i rischi ad essa collegati.

A seguire l’Istituto Comprensivo “Villa Lina Ritiro” di Messina che, sfruttando i fondi PON (F1 – FSE – 2013 – 385 Intervento per promuovere il successo scolastico: “Impegno e Legalità”) ha messo in scena una Riflessione semiseria sul concetto di mafia: “Sicilia, Terra di Mafia o …di Eroi”.

Partendo dal concetto di Mafia del “Giorno della civetta” di L. Sciascia, i ragazzi hanno realizzato un lavoro in cui sono esaltate alcune figure che si sono battute e sacrificate per la legalità e hanno inteso, infine, rendere omaggio al loro sacrificio.
Ha concluso la tredicesima edizione di TindariTeatroGiovani il Convitto Nazionale di Stato “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria con l’“Aulularia” di Plauto. I registi Domenico Battaglia, Claudio Costantino e Alessandro Ceravolohanno rivisitato il testo della commedia senza stravolgerlo, espungendo le parti che ne rallentavano il ritmo; ma hanno conservato l’ambientazione originale che consente di far sentire profondamente, attraverso la realizzazione della palliata, la concezione di vita nel mondo antico.

Adesso si attende il verdetto della giuria: chi saranno i vincitori delle due sezioni, istituti comprensivi e istituti superiori, a vincere la XIIIedizione di Tindari TeatroGiovani?

Per i giornalisti che volessero assistere sabato 17 al Teatro Greco di Tindari ai due lavori premiatie alla rappresentazione fuori concorso del laboratorio del Liceo, di seguito forniamo il calendario della giornata:

Ore 10,00 Scuola vincitrice – sezione Istituti Comprensivi
Ore 15,00 Scuola vincitrice – sezione Istituti Superiori
Ore 16,30 Liceo Classico – Scientifico-Linguistico “Vittorio Emanuele III” di Patti con “Romeo e Giulietta” da W. Shakespeare. Testi di J.Prevert, Arthur Rimbaud, P. Neruda. (fuori concorso)
Ore 18,00 Premiazione

Patti – Ultimi due giorni di Tindari TeatroGiovani con ben tre spettacoli ultima modifica: 2014-05-16T10:33:29+02:00 da CanaleSicilia