Home Politica Patti – Tripoli: “Giù le mani dai buoni pasto, i lavoratori non si toccano”

Patti – Tripoli: “Giù le mani dai buoni pasto, i lavoratori non si toccano”

384

Patti Piazza MarconiPuntualità nei pagamenti e azzeramento degli arretrati.

In queste ore ho provveduto a richiedere una convocazione urgente delle prima commissione permanente alla presenza dei sindacati e dei rappresentanti rsu, per affrontare il problema legato al mancato pagamento dei buoni pasto ai nostri dipendenti, e discutere inoltre sulla frettolosa deliberazione di giunta, n°124 del 3 agosto, con la quale dal 1 di settembre si stabilisce lo stop alla erogazione del buono, passando da una modifica, di certo non condivisa dalle parti sociali, del regolamento che disciplina l’orario di lavoro dei nostri lavoratori.

Intanto è importante capire quali saranno i tempi per azzerare i ritardi di mesi e mesi di mancato pagamento dei buoni, inoltre allo stato siamo fermamente convinti che sia impossibile stoppare il servizio in quanto i nostri dipendenti effettuano il rientro nelle giornate di martedì e giovedì sarebbe dunque quantomeno ingiusto, senza dimenticare che il CCNL obbliga gli enti a convocare le parti sociali prima di provvede a modifiche come quelle apportate dalla delibera in questione.I nostri lavoratori sono troppo spesso bistrattati a causa di una politica sempre più colpevole per i ritardi degli stipendi, riteniamo che il minimo in questi casi è il confronto, il dibattito e il coinvolgimento.

Non possiamo continuare a pretendere che siano solo numeri soggetti alle decisioni dettate dalla politica e dalle amministrazioni, spesso guidate da chi non ha mai assaporato cosa significhi non arrivare a fine mese.

Filippo Tripoli

Patti – Tripoli: “Giù le mani dai buoni pasto, i lavoratori non si toccano” ultima modifica: 2017-08-10T23:34:31+02:00 da CanaleSicilia