Home Politica Patti – Salvaguardia dell’ospedale “Barone Romeo”, parliamone

Patti – Salvaguardia dell’ospedale “Barone Romeo”, parliamone

651

Ospedale Barone Romeo PattiE’ sempre d’attualità il tema della salvaguardia dell’ospedale “Barone Romeo” e delle richieste per il suo potenziamento. A riaccendere i riflettori sul nosocomio pattese sono i consiglieri Placido Salvo, Luca Musmeci e Carmelina Virzì.

di Gabriele Villa – I tre esponenti della maggioranza che appoggia il sindaco Mauro Aquino segnalano alcune criticità. “Dobbiamo evidenziare – hanno affermato – la carenza di medici anestesisti. Il numero limitato di quelli in servizio, al momento, garantisce esclusivamente gli interventi in urgenza”. Il problema dell’esiguo numero di anestesisti si ripresenta periodicamente presso la struttura sanitaria pattese e, sembra, un problema senza soluzione nonostante il “Barone Romeo” abbia le potenzialità per offrire alti livelli di prestazione che, però, a causa del limitato numero di anestesisti e, quindi, di una impossibilità a programmare gli interventi chirurgici ordinari, non riesce ad esprimere quanto potrebbe. Questo crea inevitabili disagi per gli utenti che sono costretti a spostarsi in altre strutture. A questo, nel periodo estivo, va ad aggiungersi anche un’altra problematica legata alla carenza del personale infermieristico ed ausiliario. “Con l’approssimarsi dell’estate e del periodo delle ferie – hanno aggiunto i tre consiglieri comunali – si registreranno inevitabili difficoltà nella gestione dei vari reparti. E’ opportuno – hanno evidenziato Salvo, Musmeci e Virzì – evitare gli accorpamenti delle varie divisioni che, seppur per un periodo limitato, non dovrebbero mai verificarsi. Avevamo già segnalato questa situazione nei mesi scorsi e torniamo a chiedere che si provveda per tempo a far fronte alla carenza del personale per garantire la regolare prosecuzione del servizio evitando disagi agli utenti ed al personale”.

I tre consiglieri segnalano anche la mancata nomina del primario di chirurgia.

Infine esprimono soddisfazione per i risultati che l’inserimento del presidio ospedaliero pattese nel circuito delle emergenze di urgenza ha avuto in particolare per l’attivazione dell’emodinamica. “Ringraziamo – hanno detto – ancora una volta, il direttore generale dott. Gaetano Sirna, per l’impegno profuso nell’attivare il servizio di emodinamica nel nostro presidio ospedaliero, inserendolo nel circuito dell’emergenza – urgenza, garantendo a tutta l’area tirrenica del messinese il più veloce trattamento delle patologie collegate alla cardiopatia ischemica – infarto acuto. Il reparto di emodinamica, naturalmente, necessita di un incremento di personale per garantire il servizio h24 e diamo atto che il direttore generale sta lavorando con forza in questa direzione”.

Patti – Salvaguardia dell’ospedale “Barone Romeo”, parliamone ultima modifica: 2017-07-26T14:32:22+02:00 da CanaleSicilia