Home Politica Patti – Rendiconto 2016, la regione nomina un commissario

Patti – Rendiconto 2016, la regione nomina un commissario

1,772

Sindaco di Patti Mauro AquinoL’assessorato regionale alle autonomie locali ha nominato un commissario ad acta per l’approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2016 del Comune di Patti.

di Gabriele Villa – L’Ente di Palazzo dell’Aquila avrebbe dovuto esitare il documento contabile entro il 30 aprile scorso e già una circolare dell’assessorato nello scorso mese di gennaio, aveva invitato gli enti locali a comunicare gli estremi di gestione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2016 con l’avvertenza che la mancanza di notizie entro il termine di legge avrebbe determinato una presunzione di inadempienza e conseguente attivazione della procedura sostituiva.

Essendo già scaduto il termine fissato per le deliberazioni di gestione 2016 e, diversi comuni della provincia di Messina, tra cui Patti secondo quanto si legge nel decreto assessoriale, risultano inadempienti, è stata disposta la nomina di un commissario ad acta che curi gli adempimenti omessi dall’ente.

Il compito del funzionario sarà quello di verificare, mediante interlocuzioni scritte con gli uffici comunali, se sia stato o meno predisposto lo schema di rendiconto di gestione, nonché degli atti propedeutici e connessi prescritti dalle vigenti disposizioni in materia. Qualora lo schema non dovesse essere stato predisposto, il commissario ne dovrà accertare i motivi che non hanno consentito tale adempimento e dovrà dare, contestualmente, corso a specifiche attività di impulso al fine della sua redazione.

Una volta esitata dagli uffici finanziari la proposta di delibera del documento contabile, il commissario avrà il compito, se necessario, di diffidare il sindaco a convocare la Giunta per gli adempimenti di competenza con l’avvertenza che, in difetto di ciò, procederà sostitutivamente ad adottare gli atti omessi. Una volta espletata questa prima fase dell’iter previsto dal decreto assessoriale il commissario inviterà l’Ente alla convocazione del consiglio comunale per l’approvazione del rendiconto assegnando un termine massimo di 30 giorni.

Nel caso in cui il civico consesso non dovesse approvare il documento finanziario, sarà il commissario ad acta ad attuare l’azione sostitutiva avviando, di conseguenza, le procedure relative all’applicazione delle sanzioni della sospensione del consiglio comunale e del successivo scioglimento. Per il Comune di Patti è stato nominato il dott. Girolamo Ganci. Il funzionario avrà novanta giorni per completare l’iter di verifica. L’indennità di carica e di responsabilità, fissata dall’assessorato regionale è a carico del comune di Patti.

Patti – Rendiconto 2016, la regione nomina un commissario ultima modifica: 2017-08-30T15:19:53+02:00 da CanaleSicilia