Home Attualità Patti – Investimenti per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa

Patti – Investimenti per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa

576

Liceo Vittorio Emanuele III PattiA breve, presso il Liceo Vittorio Emanuele III di Patti, inizieranno le attività didattiche dedicate al sostegno agli studenti caratterizzati da particolari fragilità, al fine di favorirne il successo scolastico mediante il Progetto PON “Una scuola per tutti” – 10.1.1A – Interventi per il successo scolastico degli studenti (10862 – FSE – Inclusione sociale e lotta al disagio).

Oggi, in una società competitiva e spesso escludente, è necessario che la scuola, diventi luogo di aggregazione, di pluralismo relazionale, spazio culturale accogliente delle diversità e delle peculiarità di giovani e di adulti, specialmente in aree, quali la nostra, in cui esistono forme di disagio, di svantaggio culturale e di dispersione scolastica.

La scuola deve essere vissuta come spazio creativo e ricreativo, in cui gli studenti, i genitori e gli adulti possano coniugare divertimento e cultura, mediante l’uso di vari linguaggi espressivi, quali musica, teatro, sport, arte; inoltre la nostra scuola, amplia la propria offerta formativa mediante il laboratorio di ceramica e il recupero e il rinforzo delle competenze di base, diventando così la “scuola di tutti”.
Partecipando, alle proposte formative, la scuola farà in modo che le diverse generazioni (studenti, genitori e adulti), siano messe, nelle condizioni di vivere insieme momenti aggreganti, perseguire comuni obiettivi, in un clima positivo di confronto, dialogo e condivisione.

La scuola, infatti, aperta in orari diversi dalle normali attività didattiche, diventerà centro propulsivo di accoglienza e di promozione di iniziative formative importanti per l’inserimento sociale e per il benessere psico-fisico degli allievi ed anche degli adulti, che parteciperebbero, in tal modo, alle proposte formative per loro strutturate.

Sono previsti sette moduli, di cui uno dedicato ai genitori degli alunni frequentanti la nostra scuola:

Educazione motoria; sport; gioco didattico

Sport …è salute

Il modulo prevede, dopo un introduzione teorica sulle attività pratiche previste, una particolare attenzione ai benefici dell’attività motoria sulla salute e sullo sviluppo corporeo e sociale dell’età adolescenziale; si partirà dal potenziamento muscolare per arrivare ai giochi di squadra.

Correggi….il tuo corpo

Il modulo prevede un approccio conoscitivo del problema, una presa di coscienza del proprio corpo e delle corrette posture, seguito da sedute di ginnastica correttiva.
Con l’apertura pomeridiana, offrirà ai ragazzi l’opportunità di ritrovarsi assieme, accrescendo il senso di rispetto reciproco e delle regole.

Sport è vita( per i genitori )

Al fine di migliorare le capacità motorie, sia di tipo coordinative e condizionate, degli adulti, la scuola
offrirà alla comunità le proprie strutture, ampliate negli ultimi anni anche grazie al PON Asse II, diventando centro di riferimento e di benessere psico-motorio e sociale del territorio.

Musica strumentale; canto corale

Musica in..canto

Modulo dedicato al superamento delle barriere e alla promozione della inclusività con l’ausilio del linguaggio universale della musica e delle relazioni sociali attraverso attività di gruppo.

Orientamento post scolastico

Arte in ceramica

Offre agli alunni della scuola l’opportunità di una sperimentazione approfondita delle tecniche plastiche e artistiche, in modo particolare, della modellazione della ceramica e della decorazione, utile mezzo per concorrere a maturare uno sviluppo più articolato della loro personalità ed ulteriore esperienza personale per le loro scelte future.

Potenziamento delle competenze di base:

Italiano senza frontiere

Per l’acquisizione delle competenze di base della lingua italiana, in chiave innanzitutto comunicativa e funzionale alla produzione di testi da utilizzare in contesti differenti, soprattutto per l’abbattimento delle barriere linguistiche.

Come vincere la paura per la matematica

Per far superare le difficoltà di approccio allo studio della matematica agli alunni del primo biennio. Mediante l’attività laboratoriale e la metodologia del problem solving e del cooperative Learning, si abitueranno gli allievi ad affrontare la matematica in maniera naturale, evitando insuccessi che spesso determinano l’abbandono scolastico. Si stimoleranno gli alunni ad una maggiore motivazione allo studio, offrendo l’opportunità di recuperare alcune abilità di tipo cognitivo e metodologico e di innalzare il tasso di successo scolastico.

Sono previsti i seguenti risultati: miglioramento delle competenze di base degli alunni, potenziamento delle competenze digitali, miglioramento nelle relazioni fra pari e con gli adulti, riduzione di episodi di prevaricazione e bullismo, di esclusione, di emarginazione soprattutto nei confronti di alunni stranieri, disabili o con BES; maggiore coinvolgimento delle famiglie anche di nazionalità non italiana nel percorso d’istruzione dei figli; aumento della collaborazione tra scuola ed enti del territorio, per la creazione di legami significativi tra agenzie educative dell’extra-scuola e scuola; capacità di acquisire competenze specifiche nel mondo del lavoro; rafforzamento dei rapporti sociali tra i giovani; diminuzione del 20% del tasso di abbandono scolastico e miglioramento dei risultati delle Prove Invalsi.

Un grande investimento nel sapere, per garantire pari opportunità, ridurre la dispersione scolastica e le disuguaglianze tra territori e offrire a ragazze e ragazzi nuove esperienze, competenze e opportunità. Questo è quello che desidera offrire il Liceo Vittorio Emanuele III di Patti: far diventare la scuola, la nostra scuola, un “agente di cambiamento” verso uno sviluppo sostenibile e inclusivo per tutti.

Prof.ssa Maria Pontillo

Patti – Investimenti per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa ultima modifica: 2017-10-11T17:59:07+02:00 da CanaleSicilia