Home Attualità Patti – Incontro con l’assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino

Patti – Incontro con l’assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino

1,091

Incontro con assessore sanità Borsellino PattiIl  Sindaco di  Patti, Avv.  Giuseppe  Mauro  Aquino,  insieme  ai  Sindaci del  Distretto Socio  Sanitario  D30,  ha  incontrato  stamane  presso  l’Ospedale  “Barone  Romeo”, l’Assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino.

Il Sindaco Aquino, nella qualità anche di Presidente del Comitato dei sindaci del Distretto Socio Sanitario, aveva più volte  sollecitato  l’Assessore  Borsellino,  anche  tramite  l’On.  Giuseppe  Laccoto, componente della Commissione Sanità all’Ars, a incontrare i sindaci per discutere del paventato depotenziamento del presidio ospedaliero pattese.

Dall’incontro,  svoltosi  alla  presenza  dei  Sindaci  del  Distretto  Socio  Sanitario,  del Direttore  dell’Asp  Manlio  Magistri,  del  Direttore  Sanitario  Eugenio  Ceratti,  dei Primari  e  Medici  in  servizio  al  “Barone  Romeo”,  e  degli  On.  Giuseppe  Laccoto, Maria Tindara Gullo, Nino Germanà e Giuseppe Picciolo, è emerso che l’ospedale di Patti  non  verrà  depotenziato. 
I  posti  letto  del  “Barone  Romeo”  dagli  attuali  131 passeranno  a  138.  Nel  corso  del  suo  intervento  la  Borsellino,  coadiuvata  dalla Dott.ssa  Muré  dell’Assessorato  alla  Salute,  ha  garantito  l’attivazione dell’Emodinamica, e la permanenza all’ospedale di Patti delle strutture complesse di Cardiologia  con  Utic  che  incrementa  i  posti  letto  a 16;  Chirurgia  generale  con  12 posti  letto;  Chirurgia  vascolare;  Medicina  generale;  Geriatria;  Ortopedia  e Traumatologia  con  14  posti  letto;  Ostetricia  e  Ginecologia  con  14  posti  letto,  alla quale  viene  legata  Pediatria,  Neonatologia  e  Utin;  12  posti  letto  del  ServizioPsichiatrico di Diagnosi e Cura; Terapia Intensiva  con 8 posti letto e Terapia Semi Intensiva con 4 posti letto. Resta invariata  l’area Otorino-Oculistica, con attività di Ospedale di Giorno (servizi ambulatoriali, di day service, day hospital e day surgery). Nella riorganizzazione verranno a mancare i posti letto di Lungodegenza. Con questa configurazione  l’ospedale  Pattese  ha  tutte  le  carte in  regola  per  poter  offrire un’assistenza sanitaria medio-alta alla popolazione.

“Sono  ben  lieta di  conoscere questa struttura,  che non  conoscevo, dalla  quale – ha detto  la  Borsellino,  emerge  da  subito  la  possibilità  di  portare  al  massimo  le potenzialità  della  stessa.  Oggi  sono  qui  ad  assumere  degli  impegni,  delle  soluzioni concrete  dopo  un  lungo  ed  articolato  lavoro  che  ha  visto  non  pochi  ostacoli. L’ospedale  di  Patti  –  ha  detto  l’Assessore  –  resterà  ospedale  di  riferimento  del Distretto  ospedaliero  (Patti-Sant’Agata  di  Militello Mistretta)  per  alcune  discipline, ancorché  da  se  riesce  ad  essere  allineato  nella  nuova  configurazione  agli  standard voluti  dalla  riforma  nazionale.  Questo  –  ha  concluso  –  ci  consentirà  di  poter  poi espletare  i  passaggi  successivi,  che  sono  quelli  dell’adeguamento  della  dotazione organica”.

“Ringrazio  l’Assessore  Borsellino  per  avere  innanzitutto  accolto  l’invito  che  in qualità  di  Sindaco  del  Comune  capofila  del  Distretto  le  ho  rivolto,  e  per  aver  dato risposte ai cittadini. L’esponente della Giunta regionale ha usato parole chiare, ed ha assunto  impegni  precisi.  Finalmente  dopo  tanti  anni sarà  attivata  l’Emodinamica, servizio che consentirà al nostro ospedale di diventare punto di riferimento per buona parte  dei  cittadini  della  zona  tirrenica  della  provincia,  per  quel  che  riguarda  esami importanti  come  la  coronarografia  o  l’angioplastica.  Mi  corre  l’obbligo  ringraziare anche l’On Laccoto, componente della Commissione regionale alla Sanità, per aver fatto sue le sollecitazioni provenienti dal nostro  territorio. Con il nuovo piano i posti letto nel nostro presidio ospedaliero in totale passano da 131 a 138, con l’aggiunta di 4 posti per la Terapia Semi Intensiva, servizio questo che viene attivato per la prima volta. Sia il sottoscritto che tutti gli altri Sindaci del Distretto Socio Sanitario, terremo alta  la  guardia  e  chiederemo  all’Assessore  maggiori rassicurazioni  sulla  sorte  di Lungodegenza  e  dell’area  Otorino-Oculistica,  due  reparti  che  sino  ad  oggi  hanno rappresentato per il nostro presidio ospedaliero dei centri di eccellenza. Sono certo – ha concluso Aquino – che quanto prima saranno colmate anche le carenze per quel che riguarda la direzione di alcuni reparti”.

Patti – Incontro con l’assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino ultima modifica: 2013-12-11T11:25:42+01:00 da CanaleSicilia