Home Attualità Patti – Chiusura agenzia delle entrate, prende posizione l’ordine dei commercialisti

Patti – Chiusura agenzia delle entrate, prende posizione l’ordine dei commercialisti

1,067

Agenzia delle Entratedi Gabriele Villa – Col passare del tempo si fa sempre più concreto il rischio che la sede di Patti dell’Agenzia delle Entrate venga chiusa. In merito alla notizia, che circola ormai da diversi mesi, prende adesso posizione anche l’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della circoscrizione di Patti.

“La chiusura – si legge in una nota stampa a firma del presidente dott. Antonio Sidoti – verrebbe a privare un vasto territorio di un presidio Istituzionale di importanza primaria. Le nuove correnti del pensiero economico sostengono che il PIL di una Nazione non va misurato soltanto prendendo in considerazione la produzione in termini materiali ma anche in termini sociali e cioè di miglioramento della qualità della vita.

Come può migliorare la qualità della vita – si chiede Sidoti – se i servizi si allontanano sempre più dagli utenti, diventando sempre più costosi per il maggior tempo che bisogna impiegare per la loro fruizione, per i costi che bisogna sostenere per raggiungere sedi sempre più lontane e con il disagio causato dalla mancanza di parcheggi e di trasporti pubblici adeguati, per non parlare del costo incalcolabile in termini di inquinamento dei luoghi dove gli stessi vengono concentrati”. La paventata chiusura dell’ufficio pattese rientrerebbe nel piano di spending review, ma non terrebbe conto, secondo il presidente Sidoti di alcuni aspetti importanti come, ad esempio, la presenza a Patti del Palazzo di Giustizia.

“E’ impensabile – prosegue Sidoti – che la telematica possa per tutti e sempre dare soluzioni alle richieste di contribuenti e professionisti. Quasi sempre il rapporto umano ed il confronto con il funzionario, all’uopo delegato, sono insostituibili nella risoluzione dei problemi e nella definizione di controversie, con significative riduzioni di costi sia per l’utenza che per la pubblica amministrazione. Non va dimenticato – si legge ancora nella nota – che il Tribunale di Patti, la cui circoscrizione comprende un vasto territorio che va da Falcone a Tusa, compresi tutti i paesi dei Nebrodi, oggi, per la registrazione degli atti si avvale dei servizi dell’Ufficio Territoriale di Patti, la cui soppressione comporterebbe notevoli disagi oltre che ai cittadini anche all’amministrazione giudiziaria”. Sidoti chiede una maggiore attenzione da parte della classe politica locale. “Riteniamo – ha tuonato – che sia giunta l’ora che la politica si riappropri del suo ruolo e delle sue funzioni che sono esclusivamente quelle di farsi carico delle esigenze, dei bisogni, delle legittime aspirazioni dei cittadini e di trovarvi le soluzioni più opportune e più consone alle loro necessità. Che si riallacci quel rapporto virtuoso fra rappresentanti e rappresentati che negli anni in cui si è realizzato il nostro Paese ha conseguito notevolissimi livelli di sviluppo e di crescita”.

Patti – Chiusura agenzia delle entrate, prende posizione l’ordine dei commercialisti ultima modifica: 2016-08-18T14:24:50+02:00 da CanaleSicilia