Home Attualità Palermo – Il rito dell’occupazione, infruttuoso se non addirittura deleterio

Palermo – Il rito dell’occupazione, infruttuoso se non addirittura deleterio

804

Studenti - (Immagine esemplificativa)NO OCCUPAZIONE!

Gli studenti dell’I.T.T.”Marco Polo”  riunitisi in assemblea in data odierna, dichiarano di essere contro il rito dell’occupazione ritenendolo infruttuoso se non addirittura deleterio.

Pertanto, ritengono di esternare la loro posizione con forme alternative trasversali alla routine scolastica.

Segue “la circolare  settimana dello Studente” scritta dai rappresentanti concordato con la Presidenza dell’I.T.T. Marco Polo.

CIRCOLARE SETTIMANA DELLO STUDENTE

La settimana dello studente è un periodo di 7 giorni, concordato con i docenti e la preside, durante il quale si effettuano delle attività extra-didattiche/alternative che integrano la normale routine scolastica. Le suddette attività sono legate allo sport (tornei di pallavolo, ping-pong), al cineforum (visione di film interessanti e formativi) o finalizzate all’approfondimento di argomenti relativi a determinate materie.

Durante la settimana dello studente sarà possibile creare un’atmosfera simpatica e divertente, dove gli studenti potranno rilassarsi dal troppo stress interrogazioni, ma contemporaneamente approfondire gli studi e recuperare le lacune.

MODALITA’

Le classi, mantenendo la normale turnazione così come previsto dal piano di sicurezza, saranno coordinate tramite un calendario organizzato dai rappresentanti d’istituto e concordato con la dirigente scolastica. I professori, rispettando il proprio orario di servizio, seguiranno le classi durante le loro attività.

La prima ora sarà dedicata all’assemblea di classe coordinata, che avrà una funzione organizzativa, in modo da poter registrare le regolari presenze e assenze.

I rappresentanti di classe dovranno prendersi la responsabilità di analizzare il calendario delle attività che sarà visibile nella parte interna della porta di ogni classe.

REGOLAMENTO

Durante la settimana dello studente i professori sono tenuti a non avanzare col programma, non interrogare gli studenti, né eseguire compiti di classe, salvo che non venga concordato diversamente con le classi stesse.

Per qualsiasi perplessità o imprevisto, i rappresentanti di classe dovranno contattare un rappresentante d’istituto che salirà in presidenza per trovare adeguate soluzioni.

Palermo – Il rito dell’occupazione, infruttuoso se non addirittura deleterio ultima modifica: 2014-11-24T21:05:45+01:00 da CanaleSicilia