Home Attualità Palermo – “Costruttori di tutta Europa uniti contro la crisi”

Palermo – “Costruttori di tutta Europa uniti contro la crisi”

516

European Builders ConfederationCNA Confederazione Nazionale ArtigianatoCongresso Annuale di EBC
Le PMI delle costruzioni
come motore di una crescita sostenibile in Europa

Artigiani e piccoli imprenditori delle costruzioni di diversi paesi europei si sono incontrati per discutere di misure di contrasto alla crisi del settore durante la prossima legislatura europea, opportunità di accesso al credito e di finanziamento di lavori di efficienza energetica.

L’occasione è stata offerta dal Congresso Annuale della European Builders Confederation (Confederazione europea delle PMI delle costruzioni), organizzato in collaborazione con CNA Costruzioni a Palermo.

“Il settore edile rappresenta il 10% del PIL europeo e il 7% dei lavoratori europei. Per ogni posto di lavoro creato nel settore delle costruzioni se ne generano altri 2,2 nell’economia in generale. Se ognuna delle 3 milioni di imprese del settore edile avesse la possibilità di impiegare anche solo un dipendente in più, avremmo 6,6 milioni di disoccupati in meno in Europa. Inoltre, il 92% delle imprese edili europee ha meno di 10 dipendenti, producendo quindi posti di lavoro non delocalizzabili e sempre più qualificati, grazie al mercato delle ristrutturazioni energetiche”.

Lo ha dichiarato il Presidente della European Builders Confederation, José Antonio Calvo Delgado, in apertura del Congresso Annuale della EBC a Palermo.

“Le piccole e medie imprese delle costruzioni hanno proposte concrete per uscire da questa crisi, presentate chiaramente nel nostro manifesto, che dal 26 maggio è diventato il nostro programma di lavoro. Oggi – ha affermato Delgado – chiediamo alla Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea di concentrarsi innanzitutto sulle misure per sviluppare crescita e investimenti, e di superare le politiche di austerità. Il ruolo di passaggio di questa Presidenza potrebbe anche essere utilizzato al meglio per introdurre, nel Consiglio e nel Parlamento europeo, meccanismi più efficaci che verifichino l’adeguatezza della legislazione europea alle esigenze delle PMI. Il settore delle costruzioni è fondamentale. Quando le costruzioni vanno male – ha concluso Delgado – tutta l’economia va male e questa crisi lo dimostra.”

“Per far ripartire l’economia bisogna rilanciare le costruzioni, un settore nel quale le piccole e medie imprese sono portanti. Nessuno più di loro – ha dichiarato il Presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino – è in grado di intercettare, anticipare e valorizzare i segni di risveglio dell’economia. Nessuno ha pagato un prezzo più alto del loro alla Grande Crisi. Vogliamo rialzarci in piedi : possiamo farcela.”

“Tutti conosciamo la ricetta. Al primo punto – ha tenuto a precisare Vaccarino – mettiamo la questione dei tempi di pagamento, in particolare quelli della Pubblica Amministrazione, ora finiti anche nel mirino di Bruxelles, che ha aperto una procedura d’infrazione. Il mancato rispetto della Direttiva europea sta comportando danni rilevantissimi alle imprese. Abbiamo, inoltre, bisogno di recuperare e rinnovare l’intero patrimonio edilizio, perseguendo l’obiettivo dell’efficientamento energetico e della sicurezza antisismica. Nelle nostre città abbiamo edifici che, in grandissima parte, risalgono agli anni cinquanta e sessanta. Vanno rimessi a posto e vanno messi in sicurezza. Dobbiamo introdurre nuovi meccanismi, capaci di fare sistema, e valorizzare all’interno dei progetti comunitari, anche i lavori di manutenzione realizzati dai privati.”

“E’ necessario – ha concluso Vaccarino – un grande e pluriennale piano europeo degli investimenti infrastrutturali su tutte le reti di interesse comune e strategico, dal gas all’elettricità, dalla banda larga alla logistica, includendo strade, autostrade, ferrovie e porti. Non c’è tempo da perdere. Non c’è più spazio per la retorica delle parole e delle promesse”.

Ai lavori hanno partecipato il Vice-Ministro alle infrastrutture e ai trasporti Riccardo Nencini, rappresentanti della Commissione Europea e di Istituti finanziari europei e italiani.

Palermo – “Costruttori di tutta Europa uniti contro la crisi” ultima modifica: 2014-06-20T14:37:04+02:00 da CanaleSicilia