Home Attualità Nino Germanà – Messina, Ente Porto da sopprimere e altri 10 milioni alle Province per garantire servizi ai disabili e il diritto allo studio

Nino Germanà – Messina, Ente Porto da sopprimere e altri 10 milioni alle Province per garantire servizi ai disabili e il diritto allo studio

352

On Nino Germanà“Messina, Ente Porto da sopprimere”

Germanà: “Il presidente di Confindustria esterna? Scollegato e disinformato!”

“Aggiungiamo il presidente di Confindustria di Messina all’elenco di chi si vuole ergere a paladino e fa demagogia oppure consideriamo le sue dichiarazioni un semplice scivolone?” lo chiede il deputato regionale del Ncd Nino Germanà, in merito alle esternazioni di Alfredo Schipani sull’Ente Porto del capoluogo peloritano.

“Mi spiace esser così duro – riprende Germanà – ma il dottor Schipani, prima di parlare, dovrebbe consultare chi è informato e, soprattutto, per onestà intellettuale non far di tutta l’erba un fascio. Non posso accettare critiche dal dottor Schipani quando attacca tutta la classe politica messinese senza far distinzioni tra i parlamentari di maggioranza che continuano a umiliare la nostra città sostenendo questo fallimentare governo regionale e quanti, come me, fanno invece opposizione. Ma, soprattutto, non le accetto considerando la sua veste di presidente di Confindustria, proprio perché omette di dire che chi può risolvere il problema della soppressione dell’Ente Porto, da me sposata, è proprio l’assessore Linda Vancheri a sua volta espressione di Confindustria”.

“Anche su questo punto, Schipani è disinformato, poiché il commissario inviato dall’assessore sarà colui che dovrà predisporre gli atti per la chiusura dell’Ente. Ecco perché vorrei invitare il presidente di Confindustria Messina a collegarsi con l’assessore Vancheri, fra i pochi che salverei di questo governo, e – conclude Germanà – a non dar lezioni di demagogia che manco… un grillino darebbe!”.

 


 

Altri 10 milioni alle Province per garantire servizi ai disabili e il diritto allo studio

“Il governo ha fatto propria la proposta delle opposizioni di destinare ulteriori 10 milioni alla province regionali per le spese dei servizi socio-assistenziali, in favore dei disabili e per garantire il diritto allo studio e il pagamento dello stipendio al personale dipendente” lo dichiarano il capogruppo Ncd, Nino D’Asero, Vincenzo Vinciullo, vicepresidente vicario della commissione Bilancio, Vincenzo Fontana e Nino Germanà.

“Siamo soddisfatti che l’Ars abbia approvato all’unanimità la proposta formulata dall’opposizione poiché questa va nel senso sperato sia dei lavoratori quanto delle famiglie dei ragazzi diversamente abili nonché – concludono – di quelle delle quali i figli frequentano le scuole ancora gestite dalle Province”.

Palermo, 09/01/2014

On. Nino Germanà

Nino Germanà – Messina, Ente Porto da sopprimere e altri 10 milioni alle Province per garantire servizi ai disabili e il diritto allo studio ultima modifica: 2014-01-09T22:07:37+01:00 da CanaleSicilia