Home Attualità Naxoslegge – Incontriamo Fulvia Toscano, direttore artistico del Festival

Naxoslegge – Incontriamo Fulvia Toscano, direttore artistico del Festival

1,163

Fulvia ToscanoIncontriamo il direttore artistico del Festival per chiederle qualche anticipazione su quest’edizione di Naxoslegge.

Lei – impegnatissima a mettere insieme i tasselli di questo grande contenitore culturale, che spazia in mille temi, tutti interessanti e tra loro interconessi – ovviamente disponibilissima ci dice tanto, ma evidenzia che tutto è  work in progress e il programma riserva e si aggiorna, giorno dopo giorno, di interessanti chicche e novità.

Parliamone.

Naxoslegge torna per la sua III edizione, quali le novità?

Si confermano, intanto le preziose collaborazioni con il Lido di Naxos la librteria Doralice di Messina, il Liceo Caminiti, vero protagonista per questa III edizione e il Palazzo Paladino, sede della premiazione finale, il 28 settembre, della II^edizione del premio Vetrine Letterarie. Abbiamo pensato e realizzeremo un ampliamento delle location del festival, in collaborazione con enti pubblici,  come il Museo e il Parco archeologico di Giardini Naxos e Taormina, che, grazie alla disponiblità  e alla consueta sensibilità culturale del direttorew, dottoressa Maria Costanza Lentini, ospiterà alcuni eventi del festival. Al Museo archeologico, infatti,  prenderà avvio il Festival, il 20 settembre, con l’importante appuntamento con Luciano Canfora, per poi passare, il 24 con la straordinaria apertura della villa dell’Isola Bella per un’imperdibile conversazione con Valerio Massimo Manfredi, che torna a Naxos, dove, nell’ambito di Extramoenia ha, in passato, ricevuto la cittadinanza onoraria. Collaborazioni importanti sono state avviate con RFI (rete ferrovie italiane), per la apertura straordinaria delle sale di I^ classe della stazione liberty di Taormina-Giardini, dove sarà  inaugurata la nuova sezione Naxoslegge…il viaggio. Nuova, anche, la collaborazione, in via di definizione, con il Castello di Caltabiano. Altre novità ci sono, poi, sul piano dei contenuti e delle  proposte, con la realizzazione di laboratori per i ragazzi, con una firma importante del fumetto d’autore, Lelio Bonaccorso, con la scrittrice Nadia Terranova, premio Napoli 2012 per la narrativa per i ragazzi, e l’artista- terapeuta Denisa Borgese. Da non dimenticare il progetto “Maratona di lettura” a cui prenderanno parte gli studenti di tutte le scuole partecipanti, per diventare, non solo utenti
del Festival ma veri protagonisti.

Quali sono le principli direttrici di contenuto per questa III edizione di Naxoslegge?

Dal momento che Naxoslegge è un festival di narrazioni, ci è sembrato opportuno, data la contingenza storico-politica in cui ci troviamo, scegliere come linee portanti la storia e la politica,  declinate sul piano categoriale e nella loro incidenza anche socio-economica, grazie alla presenza di importanti intellettuali, protagonisti del dibattito culturale nazionale e intenazionale. Penso a  Luciano Canfora a Marco Tarchi a Salvatore Lupo, a Mario Di Mauro e Eduardo Zarelli, a Antonio Mazzeo, a Giacomo D’Arrigo, alle donne sindaco che saranno presenti da Giusi Nicolini di  Lampedusa alle sindaco di Barcellona, Corleone e le ex sindaco di Monasterace, Lanzetta, e quella di Pizzo, Girasole, a Angela Napoli, da anni sotto scorta e sul fronte della lotta alla criminalità organizzata e tanti altri,  che daranno il loro prezioso contributo. Non mancherà, ovviamente, anche una riflessione sui temi dell’ambiente, connessi ai cosiddetti “ecomostri”, dalle lotte al MUOS  a quelle contro i rigassificatori di Gioia Tauro, al tema attuale del riciclo, come non sarà assente una riflessione sul mondo delle donne anche con un’apertura mediterranea grazie alla presenza  delle giornaliste tunisine Ouejdane Mejri e Afef Hagila protagoniste della stagione della primavera araba. Come già nella passata edizione troverà spazio l’approfondimento sui temi della legalità,  con la commemorazione, attraverso la presenetazione del libro di Eleonora Iannelli e Flavio De Pasquale, su Rocco Chinnici, alla presenza dei figli del Magistrato ucciso dalla mafia. Insomma un  tentativo, certo parziale, di leggere il reale nella sua complessità, cercandi di fornire, per quanto possibile, degli strumenti di orientamento tra le, spesso, inleggibili categorie del contemporaneo.

Sappiamo che è volontà di Naxoselgge dare spazio anche a progetti di carattere  sociale e umanitario, in partcolare quali?

Si, abbiamo aderiro al progetto Postooccupato, ideato dalla giornalista Maria Andaloro, che sarà presente il 26, e che consiste nel collocare una sedia, postovuoto,  ideale e reale, dedicata ad una delle tante donne, vittime della violenza, che non ci sono più. Allo stesso modo riparte, dopo l’ 8 marzo, in collaborazione con Città delle  Donne e Unicef, il fortunato progetto “allaacciadellignoranza” che, nel nome d Malala, intende sensibilizzare sul tema del diritto all’istruzione per le bambine. Ancora, coordinandoci direttamente con il sindaco di Lampedusa,  abbiamo aderito al progetto ” una Biblioteca per Lampedusa”. Ogni ospite del festival farà dono del proprio libro autografato per la biblioteca dell’isola simbolo dei “migrantes” del terzo millennio.

Poi Fulvia scappa via, al telefono per ottimizzare ogni dettaglio.
L’appuntamento dunque è a Naxos dal
20 al 28 settembre 2013, mentre con la direttrice del festival ionico ci sarà ancora occasione per parlare, nei prossimi, giorni delle tante novità che riserva  quest’appuntamento che diventa occasione, grazie alle location che ospitano i vari eventi, di promozione – oltrechè della Cultura – anche del Territorio.

Naxoselgge
Ufficio stampa

Naxoslegge – Incontriamo Fulvia Toscano, direttore artistico del Festival ultima modifica: 2013-08-22T11:02:28+02:00 da CanaleSicilia