Home Politica Muos, firmato dalla Regione il documento di revoca delle autorizzazioni

Muos, firmato dalla Regione il documento di revoca delle autorizzazioni

652

Trizzino: “E’ il coronamento di una lunga lotta”. Cancelleri: “Felici ma aspettiamo di vederlo”

On. Giampiero Trizzino M5SLa più bella sorpresa dentro l’uovo di Pasqua per gli abitanti di Niscemi e per il Movimento 5 Stelle arriva dall’assessorato regionale al Territorio e Ambiente. L’assessore  Mariella Lo Bello ha firmato il provvedimento di revoca delle autorizzazioni per la realizzazione dell’impianto satellitare americano del Muos.
Esulta il Movimento, anche se la guardia rimane sempre altissima.
“Siamo contenti – afferma il capogruppo M5S all’Ars Giancarlo Cancelleri – ma lo saremo ancora di più quando vedremo con i nostri occhi il documento firmato”.
Soddisfattissimo dell’epilogo della vicenda il presidente dellla commissione Ambiente all’Ars, Giampero Trizzino, che della questione Muos, assieme ai deputati del Movimento, ha fatto uno dei capisaldi della lotta dentro e fuori palazzo dei Normanni.
“Va dato atto al presidente Crocetta – dice Trizzino – del grandissimo coraggio dimostrato con un atto così impegnativo che noi del Movimento, assieme ai comitati, abbiamo inseguito con feroce determinazione. Ora tutte le opere all’interno della base americana diventano illegittime e pertanto non possono proseguire. Siamo comunque certi che il presidente della Regione si adopererà perché questo provvedimento venga fatto rispettare”.
“Adesso – prosegue – Trizzino . L’attenzione va rivolta alla commissione che dovrà studiare i dati dell’impanto esistente”.
La firma del documento di revoca è l’ultimo atto di una battaglia nella quale il Movimento Cinque Strelle non si è certo risparmiato. Per fermare l’installazione delle parabole Usa Trizzino, infatti,  ha portato in trasferta a Niscemi i lavori della commissione Ambiente e per tre volte i deputati del Movimento hanno fatto mancare il numero legale in Aula durante la votazione del Dpef per tenere alta l’attenzione sulla questione Usa. Per bloccare le opere statunitensi i deputati M5S hanno anche presentato una mozione votata all’unanimità dall’Ars.

 

Ferrandelli (PD), bene revoca confermata bonta della nostra battaglia

On. Fabrizio Ferrandelli“La revoca definitiva delle autorizzazioni per la costruzione del Muos di Niscemi conferma la bontà della battaglia portata avanti dal PD e condivisa dagli altri partiti. Sono molto soddisfatto perchè il presidente Crocetta ha ascoltato le indicazioni del parlamento e le preoccupazioni dei cittadini”. Lo dice il parlamentare regionale PD, Fabrizio Ferrandelli, che per primo con una mozione accolta dall’aula di palazzo dei Normanni aveva chiesto un annullamento ‘senza se e senza ma’ delle concessioni.

“Da tempo – dice Ferrandelli – ci impegniamo in questa battaglia per la difesa del nostro territorio e soprattutto della salute dei siciliani. I radar che la Marina militare statunitense intendeva installare produrrebbero onde elettromagnetiche ad altissima frequenza e di grande potenza che, secondo una ricerca del Politecnico di Torino, costituirebbero un rischio per la salute e per l’inquinamento elettromagnetico, ma anche un pericolo per l’aeroporto di Comiso a causa delle possibili interferenze con le apparecchiature di volo. Domani sarò a Niscemi, –  conclude –  a guidare il corteo che diventerà una festa per il risultato ottenuto”.

 

 

 

Digiacomo (PD), revoca autorizzazioni importante per difesa territorio e salute

Pippo Digiacomo“Le preoccupazioni dei cittadini per i rischi sulla salute sono diventate quelle del Governo regionale: la revoca delle autorizzazioni è l’epilogo inevitabile di questa vicenda”. Il presidente della commissione sanità all’Ars, Pippo Digiacomo, esprime così la soddisfazione per la revoca delle concessioni per la costruzione del Muos di Niscemi.

“La commissione sanità aveva  avviato una concertazione per verificare quali fossero le conseguenze delle onde sulla salute dei cittadini. Le audizioni – ricorda il parlamentare Pd – avevano fatto emergere i troppi rischi per un territorio assai più vasto dei confini della città di Niscemi. Bene, quindi, ha fatto il presidente Crocetta – conclude Digiacomo – ha fare propria una battaglia che il Pd aveva avviato in difesa del territorio e della salute pubblica”.

Muos, firmato dalla Regione il documento di revoca delle autorizzazioni ultima modifica: 2013-03-29T17:53:57+01:00 da CanaleSicilia