Home Politica Marta Fana – Dal voucher alla riforma costituzionale

Marta Fana – Dal voucher alla riforma costituzionale

3,696

Dal voucher alla riforma costitusionale«Diciamo NO a chi vuole i lavoratori più poveri e la Società più autoritaria»

Con questo incontro vogliamo contribuire a leggere le ragioni che legano la riforma della Costituzione al jobs act, al buona scuola e allo sblocca italia (al netto delle regalìe ad imprese, banche e petrolieri). Conosciamo tutti le precise relazioni di potere (e le diverse forme di comando) nei luoghi di lavoro, nelle scuole, nei territori.

Con queste leggi si rafforza un progetto evidente: dare potere al vertice. Il governo fa sempre più fatica a nascondere dietro i molti espedienti retorici (“bisogna semplificare” “alla fine si deve decidere” “garantire la stabilità”) la propria convinzione che la partecipazione e gli stessi conflitti sociali siano un ostacolo alla razionalità neoliberista, in cui diritti e bisogni radicali diventano solo un costo.

Marta FanaE questo può valere per la sanità così come per la rappresentanza parlamentare. In questo quadro, è ovvio che da qui al 4 dicembre bisogna smontare una ad una le ragioni dei filogovernativi: il senato rimane anche se come dopolavoro, gli organi di garanzia sono indeboliti, l’autonomia del governo dal consenso della società e dalla rappresentanza aumentata. Con il voto del 4 possiamo sconfiggere non solo un violento attacco alla Costituzione, ma aprire una fase nuova per i rapporti di classe di questo paese.

Introduce: Daniele David – Direttivo nazionale CGIL
Coordina: Claudia Benassai – Giornalista Gazzetta del Sud
Intervengono: Francesco Sinopoli – Segreteria nazionale FLC CGIL
Adriano Sgrò – Coordinamento Nazionale Democrazia e Lavoro CGIL
Marta Fana – Ricercatrice in economia, Sciences Po, Parigi
Conclude Nicola Nicolosi – Coordinatore nazionale Democrazie e Lavoro CGIL

Venerdì 25 novembre dalle ore 17:00 alle ore 20:00 – Palacultura Messina

Marta Fana – Dal voucher alla riforma costituzionale ultima modifica: 2016-11-16T12:02:17+01:00 da CanaleSicilia