Home Attualità Maria Molica Lazzaro – «Non posso accettare il tentativo di sminuire e svalutare il lavoro di una professionista»

Maria Molica Lazzaro – «Non posso accettare il tentativo di sminuire e svalutare il lavoro di una professionista»

1,227

Maria Molica LazzaroSalve a tutti,

sono Maria Molica Lazzaro, titolare della 3 Service, la ditta individuale che ha recentemente ricevuto un incarico dall’Amministrazione Comunale di Gioiosa Marea per attività di marketing turistico-territoriale al costo di 7.000,00 Euro (per un anno, Iva compresa).

Chiedo scusa a tutti per il tempo (spero breve) che rubo, ma mi preme sottolineare alcuni aspetti, visto che l’incarico che ho ricevuto è stato, a più riprese, tirato in ballo dagli attori politici di Gioiosa Marea.

Non voto a Gioiosa Marea, né ho velleità di candidature. Ho accettato l’incarico per l’amore che porto verso il paese che mi ha cresciuta. Mi piaceva l’idea di fare qualcosa per aiutare lo sviluppo economico del paese, nelle cui potenzialità e risorse ho creduto e continuo a credere da sempre (chi mi conosce lo sa bene). Ho accettato di mettere a disposizione capacità e competenze (il mio curriculum è allegato alla proposta di collaborazione agli atti del Comune) per cercare di mettere in moto un processo virtuoso di promozione di questo paese e delle sue peculiarità.

Non credo di scoprire nulla di nuovo se affermo che Gioiosa Marea possiede numerose potenzialità per poter recitare un ruolo di primo piano nel panorama turistico regionale. I posti letto rappresentano già un’ottima base di partenza per avviare una valida attività di marketing che passi attraverso l’analisi dell’offerta turistica del territorio e del “prodotto della destinazione”, l’individuazione delle strategie di valorizzazione e promozione più adatte per integrare l’identità, l’immagine e la percezione della destinazione da parte dei potenziali fruitori, l’identificazione e interazione con tutti gli attori coinvolti nella gestione di una destinazione turistica e la commercializzazione del “prodotto turistico” in Italia come all’Estero. A tutto ciò si aggiungono interventi atti a rintracciare fondi provenienti da Regione e altri enti che possano aiutare il paese nelle sue attività di promozione e sviluppo turistico. A questo proposito, mi permetto di riportare un piccolo dato, solo a titolo esemplificativo: ad oggi, a meno di un mese dall’incarico ufficiale, il Comune di Gioiosa Marea ha ottenuto (anche con il modesto apporto della 3 Service, consentitemi di dire) un contributo regionale di 4.000,00 Euro che è servito per cofinanziare una delle manifestazioni del calendario estivo.

Ma, forse, questo percorso, individuato e concordato con l’Amministrazione, non riscontra il favore del Consiglio Comunale. Forse si ritiene eccessivo l’importo di 7.000,00 Euro (per un anno, Iva compresa) attribuito per lo svolgimento dell’incarico. Ne prendo atto, anche se non condivido e non posso accettare il tentativo di sminuire e svalutare il lavoro di una professionista che, in primo luogo, mette passione, tempo, risorse e competenze nell’attività che svolge. Fatico a capire (e non capisco) perché un incarico professionale di marketing turistico-territoriale (per un importo di 7.000,00 Euro per un anno, Iva compresa) debba essere oggetto di critiche al contrario di un incarico professionale conferito ad un legale o ad un tecnico. Spiace sottolineare lo stridente contrasto tra le critiche rivolte per il conferimento di questo incarico e i ripetuti, accorati appelli a “fare turismo”, ad investire in azioni di marketing e programmazione turistica (appunto) venuti da più parti. Da dove bisogna iniziare, secondo voi? Il turismo non è entità astratta, ma soggiace a determinate regole e vince solo chi è capace di fare squadra, chi è in grado di offrire e dimostra di “saper vendere” un “prodotto” strutturalmente adeguato e con servizi all’altezza e tutto questo richiede tempo, impegno e risorse. Ma evidentemente, purtroppo, non sono ancora maturi i tempi per scelte di questo tipo.

A fatica ne prendo atto e mi dichiaro da subito pronta a rinunciare all’incarico che mi è stato affidato, se questo non dovesse riscontrare la condivisione di tutti. Mi spiace solo constatare che molte (troppe) energie vengano oggi spese per beghe politiche piuttosto che per il reale interesse della comunità gioiosana.

Grazie per il tempo e la pazienza che avete voluto dedicare a leggere questa mia lettera.

Maria Molica Lazzaro

Maria Molica Lazzaro – «Non posso accettare il tentativo di sminuire e svalutare il lavoro di una professionista» ultima modifica: 2015-07-30T00:25:56+02:00 da CanaleSicilia