Home Cronaca Maria Giuliano – Il comune di Brolo oggi è più vuoto

Maria Giuliano – Il comune di Brolo oggi è più vuoto

2,428

Maria Gilianodi Massimo Scaffidi – Tutte le paure, le angosce di questi mesi si sono concretizzate in un pomeriggio di marzo, anche quando l’ottimismo di una ripresa diventavano speranze e voglia di certezza.

Mesi di speranze e tante sofferenze per lei, e per tutti quelli, sono tantissimi, che le volevano bene e che ben comprendono la sua scelta, l’ultima, a tutela delle emozioni di una anziana madre schiantata dal dolore, con la quale condivideva tutto, cioè quella, di rimanere in ospedale, per l’ultima veglia.

I funerali di questa “giovane” donna, poco più che sessantenne, impiegata comunale di Brolo, Maria Giuliano, si svolgeranno domani nella Chiesa Madre di Brolo.

Lì la salma arriverà dalla camera ardente dell’ospedale di Patti, intorno alle 13,00, per l’ultimo abbraccio da parte degli amici e di chi la conosceva per l’estrema benedizione.

Ora è difficile immaginare quella scrivania, al protocollo, del comune, senza di lei; non ritrovarla la mattina davanti al computer, indaffarata, “criticona”, ma sempre pronta al sorriso, alla battuta, al commento.

Lei, Maria Giuliano, una della “285”,  ormai era considerata – a ragione – tra i veterani dell’amministrazione comunale.

Praticamente al comune c’era da sempre, prima allo Stato Civile, poi all’Anagrafe, infine, ma parliamo da un decennio, al protocollo.

Custode di segreti, attenta alle innovazioni, impiegata inappuntabile, sempre disponibile, era la prima a raccoglier i soldi per festeggiare, onorare o esprimere cordoglio per quanto accadeva ai colleghi, raccogliendo i soldi – che spesso non riceveva indietro – per mazzi di fiori, telegrammi o ghirlande.

Stamani al comune in tanti lo stanno facendo per lei.

Maria GilianoInsieme a quelle dei colleghi e degli amici di lavoro, alle esequie anche l’omaggio floreale dell’amministrazione comunale, mentre Irene Ricciardello, il sindaco, assente al momento da Brolo, ha già disposto di far chiudere gli uffici comunali, nel pomeriggio di domani, per permettere a tutti di presenziare ai funerali.

Quante volte in questi mesi, lei aveva esorcizzato la morte, scherzandoci sopra, ricevendo nelle pause che le concedeva la chemio gli amici, ed ancora  molti, sbigottiti, non riescono ad accettare questa realtà.

Rimangono i ricordi e non solo da impiegati, ma da chi rammenta come nella sua infanzia, era solita far da “mamma” ai cugini e a sua sorella Angelita, mentre Maria – la mamma reale –  e altre  amiche stavano su, nella sartoria di “zia” Concettina.

Maria Giuliano “a Ranca“, era una testimonial delle manifestazioni brolesi, delle gite, dei momenti ludici, condivisi con la famiglia e gli amici e sopratutto con Vittorio suo marito, inseparabile compagno di una vita. Non si perdeva una sagra, una recita, sempre presente al palatenda per il teatro o il cabaret, per poi “scendere” sul lungomare per la puntuale passeggiata.

Maria GilianoSempre elegante, con il suo stile, perfetta.

Era suo, di diritto, quel ruolo “da matriarca” – nel senso buonissimo del termine – interpretato dalle donne della famiglia Cipriano.

Mancherà.

Ed è la prima volta, a memoria, che muore un impiegato comunale di Brolo ancora in servizio.

Lei ora sarà in buona compagnia, con tanti altri ex-colleghi.

Tanto per ricordarne qualcuno: Nino Spanò, Vincezino Princiotta – capo dei  vigili – con Don Pietro “u vardia”, il buon Nino Busacca,  Nardo Marino e Filippo Traviglia, che erano stati entrambi suoi capoufficio all’Anagrafe, la signora Pierina, Enrico Faustino, donna Carmela – la bidella – il decano dei messi comunali Vincenzino Saghes, e con chi oggi non rammentiamo e ce ne scusiamo.

Un ultima cosa su di lei, il piacere di pubblicare la poesia che aveva recentemente postato sul “suo” facebook. E’ di Alda Merini

Sorriso di donna

Sorridi donna
sorridi sempre alla vita
anche se lei non ti sorride
Sorridi agli amori finiti
sorridi ai tuoi dolori sorridi comunque
Il tuo sorriso sarà:
luce per il tuo cammino
faro per naviganti sperduti
Il tuo sorriso sarà:
un bacio di mamma
un battito d’ali
un raggio di sole per tutti

Le condoglianze della redazione del giornale alla Famiglia di Maria Giuliano

[NDR] La redazione di CanaleSicilia porge alla famiglia le più sentite condoglianze

Maria Giuliano – Il comune di Brolo oggi è più vuoto ultima modifica: 2016-03-23T16:06:22+01:00 da CanaleSicilia