Home Politica M5S Nebrodi – Regione, rimborsi illeciti. “Ladri di galline in giacca e cravatta? Noi non ci crediamo”

M5S Nebrodi – Regione, rimborsi illeciti. “Ladri di galline in giacca e cravatta? Noi non ci crediamo”

428

M5S Il Grillo Dei NebrodiCome Movimento 5 Stelle Nebrodi non possiamo non spendere due parole su quello che sta avvenendo a Palazzo dei Normanni.
Premettendo che non possiamo e non vogliamo assolutamente sostituirci alla magistratura, a cui spetta il compito di far luce sugli incresciosi eventi che hanno portato 97 fra deputati e funzionari dell’Assemblea regionale siciliana ad essere indagati per illecito utilizzo dei rimborsi spettanti ai gruppi parlamentari, siamo convinti fin da subito che sia doverosa qualche considerazione.

Innanzitutto noi, come anche crediamo il 99% dei cittadini, non riusciamo a spiegarci come gente strapagata, con stipendi ben oltre i 10 mila euro, possa essere così pezzente da farsi rimborsare persino un euro di mancia.  Non riusciamo a capire come gente con super stipendi sia costretta a ricorrere a ruberie di questo genere per assicurare a figli, sorelle, mogli e parenti vari, una borsa Louis Vuitton o un orologio Armani da sfoggiare il sabato sera al bar del paese. Non vorremmo trovarci di fronte al classico caso del “fighetto con i soldi degli altri”. In questo caso i nostri. Quelli dei cittadini.
Ma noi non ci crediamo. Siamo convinti che tutti gli indagati siano innocenti.

Gli importi contestati a ogni singolo esponente politico variano di molto (c’è per chi, ad esempio Faraone, i conti non tornano per 3.380 euro, per chi, ad esempio Giuseppe Lupo, si indaga su quasi 40 mila euro), ma noi oggi vogliamo concentrarci su coloro che, se i fatti venissero confermati, sarebbero il perfetto esempio di ladro di galline in giacca e cravatta. Non perché – ovviamente – riteniamo meno importante soffermarci su quegli esponenti che avrebbero sottratto somme molto ingenti, anzi! Ma solo perché, se venisse confermato che  gente da 10 mila e passa euro al mese si è data a ruberie di  cifre di 200, 300 euro per un totale di tre, quattro mila euro, saremmo di fronte a un problema chiaramente socio/psicologico.

E’ qui che poniamo nuovamente la domanda a chi legge. Come lo chiamereste voi uno che si ruba 50, 100 euro?? Ladro di galline. Ma noi non ci crediamo. Siamo convinti dell’innocenza di tutti gli indagati. Non crediamo che l’onorevole Giuseppe Laccoto si sia appropriato di euro 3.492 in maniera indebita.

Non crediamo che in un periodo in cui la disoccupazione giovanile supera il 41% con picchi di oltre il 50% nel sud Italia, gente con stipendi da oltre 10 mila euro, possa avere il coraggio di rubare fondi pubblici. Ci sarebbe da arrossire. Non crediamo che nei mesi in cui gli imprenditori annaspano per resistere trincerati giorno per giorno alla morsa sempre più stretta della crisi economica, gente pagata per tutelare i cittadini, come lo sono i nostri “onorevoli” alla Regione Sicilia, possa appropriarsi indebitamente di fondi che potrebbero essere usati per dare un po’ di respiro a chi non ce la fa più!

Noi non ci crediamo. Perché siamo convinti, che se ciò fosse vero, i nostri onorevoli si dimetterebbero subito. Siamo convinti che non resisterebbero alla vergogna di essere associati alla figura di ladri di galline in giacca e cravatta.

Però a una cosa ci crediamo. Una cosa che oggi è realtà. 97 fra deputati e funzionari dell’Assemblea regionale siciliana sono indagati per illecito utilizzo dei rimborsi spettanti ai gruppi parlamentari. E, seppur innocente fino a prova contraria, a qualcuno di noi viene in mente che già il solo fatto di vedere il proprio nome associato a eventi così incresciosi, per usare un eufemismo, ci farebbe arrossire. E talmente tanta sarebbe la vergogna che ci dimetteremmo e ci ritireremmo a vita privata fino a quando non fosse fatta piena luce. Ma in Italia si sa’, la vergogna non è di casa. Con buona pace del rottamatore Renzi e dei nuovi vecchi renziani che vorrebbero riformare la politica.

Movimento 5 Stelle Nebrodi
Simone Luca Reale
Basilio Scaffidi
Silvio Ricciardo
Paolino Ricciardo
Maria Rosy Marina

M5S Nebrodi – Regione, rimborsi illeciti. “Ladri di galline in giacca e cravatta? Noi non ci crediamo” ultima modifica: 2014-01-20T10:07:20+01:00 da CanaleSicilia