Home Politica Lipari – Lavoratori ex -Pumex, proclamato lo sciopero per il 18 marzo

Lipari – Lavoratori ex -Pumex, proclamato lo sciopero per il 18 marzo

811

LipariSi è tenuta in data odierna presso il Comune di Lipari l’assemblea dei lavoratori ex Pumex alla presenza del segretario generale della funzione pubblica Cgil Clara Crocè e del segretario provinciale Francesco Fucile.

All’assemblea i lavoratori hanno manifestato il loro disagio per la situazione lavorativa che a tutt’oggi, non ha trovato nessuna risoluzione. I lavoratori esasperati in quanto non hanno percepito le retribuzioni loro spettanti dal mese di giugno 2014, nonostante la Regione abbia regolarmente accreditato l’intero contributo.
La mancata approvazione del bilancio preventivo per l’anno 2014, sta creando una situazione imbarazzante, per i lavoratori che senza mezzi termini hanno detto che ormai sono allo stremo delle forze. Al danno si aggiunge la beffa per questi lavoratori – dichiarano Crocè e Fucile – l’errata elaborazione delle buste paga mensili rischia di causare un grave danno a tutti i lavoratori nell’erogazione di quanto spettante nel 2015.

Dopo l’avvio delle previste procedure di comunicazione preventiva alla commissione di garanzia per gli scioperi l’assemblea ha deciso che giorno 18 marzo sarà proclamato lo sciopero di tutti i lavoratori dell’ex Pumex in servizio presso il Comune di Lipari.

La vertenza come dichiarano – Crocè e Fucile – deve essere attenzionata in maniera definitiva dalla Regione Sicilia che ha l’obbligo di convocare il tavolo interdipartimentare per stabilire un percorso di stabilizzazione dei lavoratori.
I lavoratori per il tramite i legali della funzione pubblica Cgil hanno già messo in mora l’amministrazione e sono pronti ad intraprendere le vie legali per la definizione della vertenza – dichiarano Crocè e Fucile – sia nei confronti della Regione Sicilia e dell’Unesco.

Il sindaco del Comune di Lipari farebbe bene a condividere con la funzione pubblica CGIL, un percorso che possa risolvere definitivamente la vertenza e non intestardirsi in posizioni di principio che nulla hanno a che vedere con il futuro dei lavoratori.
Il sindaco non può ritenere la rivendicazione del futuro occupazionale dei lavoratori quale un atto di lesa maestà.
Arroccarsi dietro posizioni preconcette sta comportando l’isolamento da parte del sindaco quale non riesce a risolvere nessuna vertenza al Comune di Lipari; i disagi non vengono solo dei lavoratori dell’ex Pumex ma da buona parte dei lavoratori dipendenti di ruolo che lamentano il mancato riconoscimento del salario accessorio dell’anno 2013 e una  costosa organizzazione degli uffici con quattro dirigenti e nove posizioni organizzative tutte a carico del fondo per il trattamento accessorio  del personale dipendente.

Lipari – Lavoratori ex -Pumex, proclamato lo sciopero per il 18 marzo ultima modifica: 2015-03-12T20:19:11+01:00 da CanaleSicilia