Home Attualità Le mummie di Piraino – “Confermiamo i gravi fatti di cui siamo stati oggetto e in merito siamo disponibili ad un confronto anche pubblico”

Le mummie di Piraino – “Confermiamo i gravi fatti di cui siamo stati oggetto e in merito siamo disponibili ad un confronto anche pubblico”

640

Le mummie di PirainoL’Amministrazione Comunale di Piraino continua con goffi tentativi, a manipolare i fatti per eludere le proprie responsabilità spostando l’attenzione su altro. Confermiamo i gravi fatti di cui siamo stati oggetto e in merito siamo disponibili ad un confronto anche pubblico. Non ci spieghiamo il bisogno di qualche componente dell’amministrazione di essere chiamati in causa su frasi e immaginarie promesse mai fatte e attribuite a loro.

Abbiamo chiesto legittimamente di sostenere una iniziativa culturale d’interesse pubblico, con patrocinio e contributo che, come già più volte spiegato, sono due parole con significati distinti e separati. Tale sostegno o disponibilità, sotto qualunque forma si voglia intendere o far intendere, ad oggi non è stata mostrata con alcun atto ufficiale, che per un’amministrazione comunale è la delibera di giunta.

A questo punto, serve poco rimestare.

Prendiamo atto dal comunicato che ”l’iniziativa è culturalmente valida”, che vi è la volontà di promuovere progetti culturali nel Comune e quindi invitiamo l’Amministrazione a dare seguito alle parole.

“Per parte nostra, come già scritto a febbraio – afferma il Dott. Tiziano Granata – siamo sempre disponibili ad esporre la Mostra nel Comune di Piraino e ospitarla permanentemente in uno spazio adeguato del Centro Storico affinché sia visitabile al pubblico. Rimaniamo quindi in attesa della disponibilità a concedere uno spazio ed a dare il proprio patrocinio. Naturalmente “gratuito”.

Il Direttivo
Associazione Cesas Onlus
Centro Scientifico per la Sicurezza e l’Ambiente

Le mummie di Piraino – “Confermiamo i gravi fatti di cui siamo stati oggetto e in merito siamo disponibili ad un confronto anche pubblico” ultima modifica: 2013-04-09T17:27:44+02:00 da CanaleSicilia