Home Politica Lavoro – Certezze per dipendenti Poste Italiane che attendono full-time

Lavoro – Certezze per dipendenti Poste Italiane che attendono full-time

1,635

Poste ItalianeLavoro. Catanzaro e Sammartino: certezze per dipendenti Poste Italiane che attendono full-time, stabilizzazione e trasferimento in Sicilia.

“Bisogna attivare tutte le misure necessarie a garantire la stabilità occupazionale agli oltre 800 dipendenti part-time ed alle diverse centinaia di precari di Poste Italiane che attendono risposte certe sul loro futuro, ed a chi aspetta da tempo il trasferimento in Sicilia”. Lo dicono Michele Catanzaro e Luca Sammartino, rispettivamente vicepresidente della commissione Attività Produttive e presidente della commissione Lavoro all’Ars, in merito alla vertenza che coinvolge i dipendenti assunti da circa sette anni attraverso il progetto “Mix” (si proponeva un prepensionamento e la rinuncia a buona parte degli incentivi di fine rapporto a fronte dell’assunzione di un parente con contratto a tempo indeterminato part-time, e la “promessa” della conversione in full-time) oltre che i precari a tempo determinato e i lavoratori in servizio in altre parti d’Italia.
 

“Abbiamo accolto l’appello del comitato #FullTimeSubito che lamenta la forte penalizzazione della Sicilia nel quadro del piano occupazionale nazionale. La conversione in full-time di soli 38 lavoratori senza nessun’altra previsione di stabilizzazione  – aggiungono Catanzaro e Sammartino – rappresentano numeri troppo bassi per una regione come la nostra.  Occorrono prospettive di miglioramento, per questo urge una revisione dell’accordo sulle politiche attive siglate lo scorso giugno a Roma”.
 

“A questa vertenza – proseguono i due parlamentari regionali del PD – si aggiungono le legittime aspettative di molti operatori ‘portalettere’ siciliani che lavorano al Nord e che attendono da anni il trasferimento nella nostra isola. Qualcuno vuol far passare il messaggio che la conversione in full-time del bacino degli 800 del ‘progetto Mix’ impedirebbe il trasferimento in Sicilia dei portalettere del Nord, ma le due vicende non sono collegate fra loro perchĂ© si tratta di bacini differenti: gli 800 sono ‘sportellisti’ mentre a chiedere il trasferimento dal Nord in Sicilia sono prevalentemente ‘portalettere’. Allo stesso tempo non puĂČ neppure rappresentare un impedimento la programmazione della stabilizzazione dei lavoratori con contratto a tempo determinato, in considerazioni delle esigenze di personale dell’azienda”.
 

 

“Ci siamo già attivati per chiarire ogni aspetto legato a queste due vertenze e per avviare un confronto costruttivo con Poste Italiane – concludono Catanzaro e Sammartino – inizieremo convocando in audizione in commissione Lavoro all’Ars sia i rappresentanti del comitato #FullTimeSubito che quelli dell’azienda”. 

Lavoro – Certezze per dipendenti Poste Italiane che attendono full-time ultima modifica: 2018-11-15T13:52:13+01:00 da CanaleSicilia